A A

Come dimagrire stando a dieta un solo giorno a settimana

Puoi recuperare la linea senza ricorrere a regimi drastici ed evitando l’effetto yo-yo. Basta fare sacrifici per un solo giorno a settimana. Lo garantisce il fitoterapeuta Marc Mességué. E non solo lui. Scopri i menu consigliati per depurarti e perdere peso



0

di Francesca Soccorsi

Se i peccati di gola dell'estate hanno lasciato il segno, puoi dimagrire e recuperare la linea senza bisogno di ricorrere a diete drastiche, che danno risultati sul breve periodo ma, alla lunga, fanno quasi sempre riprendere con gli interessi i chili persi e, in più, costringono a privazioni frustranti: ti serve solo un giorno a settimana, da dedicare alla restrizione calorica e alla disintossicazione, come spiega il noto fitoterapeuta ed erborista Marc Mességué nel suo nuovo libro Basta 1 giorno (Sperling & Kupfer, euro 17), da poco in libreria.

Sfoglia l'articolo per saperne di più.

settembre 2016


Fai la tua domanda ai nostri esperti

A DIETA UN GIORNO A SETTIMANA

Possiamo davvero dimagrire facendo un giorno di sacrifici e poi mangiando liberamente nel resto della settimana? Sì, se si rispettano le semplici regole previste dal metodo che Mességué applica da anni con successo: «Il segreto è che le persone non si sentono a dieta. Niente sofferenze, rinunce, privazioni e, soprattutto, nessun effetto yo-yo, tipico di moltissimi regimi alimentari: si impara a mangiare meglio e l'organismo recupera il suo naturale equilibrio metabolico», spiega il fitoterapeuta. E il risultato è che i chili persi non si riacquistano più: merito di un approccio disintossicante e di un giusto abbinamento dei cibi, che rimettono in moto il metabolismo.

COSA MANGIARE NEL GIORNO DI DIETA

Come devi alimentarti nella giornata di magro? Innanzitutto, sono banditi il sale aggiunto, gli insaccati, i formaggi e i carboidrati, fatta eccezione, nel caso di questi ultimi, per la prima colazione: al mattino puoi concederti due fette di pane sciapo, miele o marmellata, caffè oppure tè o orzo, rigorosamente senza latte. A metà mattina e nel pomeriggio mangi un frutto, a pranzo e a cena proteine e vegetali.
Nella giornata light, poi, devi preparare i piatti solo al vapore, oppure al cartoccio, alla griglia o a crudo e non puoi utilizzare prodotti surgelati, conservati o precotti, perché quasi sempre contengono tanto sale. Nel resto della settimana torni ad alimentarti normalmente, ma devi contenere l'uso del sale, condire solo con olio extravergine d'oliva a crudo e mangiare in modo semplice, consumando sempre frutta e verdura a ogni pasto, insieme a un cibo a scelta fra carne, pesce, uova, pasta, riso o legumi e variando il più possibile.

IL MENU DEL GIORNO DETOX A HOLLYWOOD

Mességué non è il solo a pensarla così. Un modello simile di dieta, utile per smaltire i chili messi su durante l'estate, è quello proposto dalla nutrizionista delle star di Hollywood Kimberly Snyder, autrice del best seller The Beauty Detox Solution (Harlequin Books editore, euro 14,66), nel quale spiega come perdere peso e depurarsi stando a dieta rigida un giorno a settimana.
Come funziona il "one day cleanse", la giornata di pulizia? «Appena svegli si beve una tazza di acqua calda con il succo di mezzo limone, che stimola il lavoro del fegato e dà lo start al metabolismo. A colazione, via libera a uno smoothie a base di acqua, lattuga, spinaci, sedano, mele, pere, banane e succo di limone, ricco di fibre, vitamine e minerali che disintossicano. La merenda di metà mattina prevede un infuso di acqua, zenzero fresco, mezzo limone e pepe di Cayenna (stimola l'organismo a bruciare i grassi di deposito): è energizzante, sazia e difende da germi e batteri. A pranzo, mangi un piatto di verdure a foglia verde, come bietole e spinaci (da consumare anche come spezzafame nel pomeriggio), arricchito con carote, peperoni, cipolla e pinoli e condito con yogurt alle mandorle non zuccherato, aceto di mele (stabilizza i livelli di zuccheri nel sangue), coriandolo (libera l'organismo dai metalli pesanti), aneto, uno spicchio d'aglio e pepe di Cayenna. Infine, il menù della cena comprende una zuppa calda di verza, cavolfiore, ravanelli e broccoli oppure una vellutata di pomodori e basilico, che riequilibra la glicemia, accompagnata da un piatto di verdure al vapore».  

LA DIETA FAST: A DIGIUNO 2 GIORNI A SETTIMANA

Sulla stessa lunghezza d'onda Michael Mosley, medico giornalista della Bbc, e Mimi Spencer, giornalista del Times, autori di La Dieta Fast (Feltrinelli, euro 12,90), nel quale chiariscono come dimagrire con il digiuno intermittente: si mangia e si beve a sazietà cinque giorni alla settimana e negli altri due ci si limita a 500 calorie per le donne e 600 per gli uomini, distribuite in un unico pasto a metà giornata o ripartite tra colazione e cena.
Il menù delle due giornate di dieta deve comprendere solo proteine, frutta e verdura. In questo modo, oltre a smaltire i chili in più lasciati da un'estate di stravizi, si rimettono a posto i livelli di glicemia e colesterolo: «I nostri antenati vivevano un'esistenza di abbuffate e digiuni, con abbondanza di cibo dopo una caccia e poi nulla fino alla caccia successiva. Non dobbiamo avere paura della fame se è temporanea», spiega Mosley. Secondo una ricerca dell'Intermountain Medical Center Heart Institute il digiuno, infatti, non solo riduce il rischio di malattie coronariche e diabete, ma provoca cambiamenti significativi nei livelli ematici del colesterolo e permette di dimagrire senza perdere massa muscolare.

leggi anche

Dieta mima-digiuno: longevità e salute

Dieta, il metodo Cronobiodetox

Weekend detox: il menu per depurarsi

Via i chili con la dieta dell’acqua

Pubblica un commento