hero image

Andare in bicicletta può favorire la disfunzione erettile?

Un recente studio smentisce definitivamente quello che molti esperti hanno sempre sostenuto. Leggi qui

iStock




Risponde il dottor Stefano Mattioli, urologo al Columbus clinic center di Milano e al Centro chirurgico toscano di Arezzo


Pedalare non favorisce in alcun modo la disfunzione erettile, come molti esperti hanno sostenuto in passato.

La smentita definitiva viene da una recente ricerca pubblicata sul The Journal of Urology. Gli scienziati dell’Università della California (Usa) hanno sottoposto a un questionario che riguardava lo stato dell’apparato riproduttivo oltre 2700 ciclisti, quindi hanno confrontato le loro risposte con quelle fornite da circa 500 nuotatori e 800 runner.

Il risultato: la salute sessuale di chi monta in sella si è dimostrata paragonabile a quella dei volontari che si allenavano in piscina oppure correndo. L’unica vera differenza sta nel fatto che negli amanti delle due ruote, soprattutto quelli che fanno mountain bike a livello intenso, si verifica un numero più alto di stenosi uretrali, un restringimento del canale attraverso cui l’urina viene espulsa.

Questo problema può causare qualche difficoltà quando si fa la pipì, dolore e un po’ di bruciore durante la minzione, ma non influisce sull’erezione. In ogni caso la stenosi uretrale si può affrontare senza rinunciare al ciclismo: basta scegliere un sellino speciale dotato di uno spazio vuoto al centro, che limita la compressione sulla zona pelvica.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 7 di Starbene in edicola dal 30/01/2018



Leggi anche

I miti da sfatare sul sesso

Adolescenti e sesso: il parere dello psicologo

5 domande imbarazzanti sul sesso

Migliora la vita di coppia con la meditazione

I 5 migliori caschi per la bicicletta

Bicicletta: quali benefici?

Bici: i consigli per evitare dolori

Bici: 10 motivi per pedalare