hero image

Più sprint al metabolismo: giù i chili di troppo con la melagrana

È di stagione e può darti una mano per perdere peso. Perché ricca di elementi che accelerano il metabolismo

iStock




Tra le sue molte proprietà, la melagrana, frutto tipico della stagione autunnale, ha anche quella di favorire il dimagrimento. Con l’aiuto di Sonia Bolognesi, biologa nutrizionista a Porto Sant’Elpidio (Fermo) e Osimo (Ancona), ti spieghiamo perché e come sfruttarla al meglio.


LIGHT E BRUCIAGRASSI

«Oltre ad avere un contenuto calorico irrisorio (60 calorie per 100 grammi), questo frutto ha un’azione bruciagrassi certificata da diversi studi. In particolare, un’autorevole ricerca condotta su persone obese dal National Center for Biotechnology Information del Maryland (Usa) ha dimostrato che antociani, tannini, polifenoli e flavonoidi di cui la melagrana è ricca accelerano le reazioni metaboliche», spiega l’esperta. «Inoltre, grazie al contenuto elevato di fibra, modula i livelli di zuccheri nel sangue e scongiura i picchi glicemici responsabili dell’elevata secrezione di insulina da cui può dipendere l’incremento della massa adiposa. Infine, contiene elettroliti come il magnesio, il potassio, il selenio, lo zinco, il fosforo e la vitamina C, che stimolano la diuresi e migliorano la circolazione, quindi aiutano l’organismo a sgonfiarsi».


PERCHÉ FUNZIONI AL MASSIMO

«Per preservarne tutte le virtù, consuma la melagrana fresca e al giusto grado di maturazione, scegliendo frutti di colore rosso acceso, non troppo scuro. Un’ulteriore verifica sta nel colpire con un cucchiaio sulla buccia il frutto, dopo averlo diviso in due: se i semi cadono da soli, significa che è il momento di mangiarlo», suggerisce la nutrizionista. «Puoi anche estrarre il succo con uno spremiagrumi e berlo a digiuno appena sveglia; oppure aggiungere i chicchi alla macedonia o allo yogurt a colazione».

Inoltre, puoi provarlo in insalata nella ricetta che trovi qui sotto, tratta dal libro Le ricette SmartFood di Eliana Liotta e Lucilla Titta (Rizzoli, 16,90 €).


INSALATA CON LATTUGA, RADICCHIO, UVA, PERA E MELAGRANA

Ingredienti per 4 persone

√ 250 g di uva bianca o rossa

√ 1 melagrana

√ 1 radicchio

√ 1 pera matura bio

√ 2 cuori di lattuga

√ 12 gherigli di noci

v 3 cucchiai di olio di semi di lino

v 2 cucchiai di aceto balsamico

√ 1 mazzetto di erba cipollina

√ 1 cucchiaino raso di paprika piccante

√ 1 manciata di semi di girasole v sale q.b. v pepe nero q.b.

Come prepararla

Lava la lattuga, il radicchio, l’uva, la pera e l’erba cipollina, asciugando tutto con cura. Spezzetta con le mani le insalate, dividi a metà gli acini d’uva senza eliminare i semi, sbuccia la pera e affettala in lamelle non troppo sottili. Taglia la melagrana in quarti e sgrana i chicchi. Riunisci il tutto in una insalatiera e cospargi con l’erba cipollina tagliuzzata finemente. In una ciotolina prepara una salsa emulsionando l’olio di semi di lino, l’aceto balsamico, la paprika, un pizzico di sale e una macinata di pepe. Irrora l’insalata con l’emulsione, aggiungi i gherigli di noce e i semi di girasole e servi subito.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 41 di Starbene in edicola dal 25/9/2018

Leggi anche

Melagrana: come usarla in cucina

Zucca antistress: le ricette del buonumore

Castagne e calorie: come mangiarle se sei a dieta

I superpoteri della barbabietola rossa

È vero che il carciofo ha un effetto disintossicante?