A A
hero image

Sei smemorata? Impari più velocemente degli altri

Un nuovo studio riabilita le persone distratte. Sarebbero più motivate a raggiungere i loro obiettivi, perché la loro memoria è selettiva

iStock



0

Se la tua giornata è piena di “buchi” di memoria – una volta hai dimenticato il portafoglio, un’altra un appuntamento, un’altra ancora non sai dove hai messo quel documento importante – non fartene un cruccio. Magari, rispetto a un tipo “precisino” avrai le giornate un po’ affannose e scombinate. La tua distrazione, però, ti regala un vantaggio: impari più velocemente degli altri.

Questo meccanismo virtuoso è stato rivelato da un recente studio dell’Università di Glasgow (Inghilterra), dopo una serie di esperimenti di memorizzazione su un gruppo di volontari. Com’è possibile? Accade per un motivo molto semplice: il distratto ha spesso la mente libera, condizione indispensabile per fare spazio a concetti nuovi. «Normale che sia così. Alla base della distrazione, c’è una grande determinazione», spiega Sarah Viola, psichiatra. «No, non è un paradosso: gli svampiti sono le persone più motivate a raggiungere certi obiettivi nella vita. Se dimenticano certe cose, è solo perché non le considerano importanti. Non hanno, quindi, la memoria instabile, ma selettiva. Che diventa una corsia preferenziale, larga e veloce come un’autostrada, per catturare informazioni sempre fresche.

Si tratta di una struttura della personalità che, ovviamente, non si può cambiare. E non c’è motivo di farlo: i distratti non soffrono di un deficit dell’attenzione, hanno invece un eccesso di concentrazione. Proprio così. Una concentrazione che tralascia le cose irrilevanti. Almeno per loro».


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

L'esercizio fisico migliora la memoria

Workout per migliorare… la memoria

Cervello: come nutrirlo

Pubblica un commento