A A

Proteggi la vista a tavola

Ci sono cibi, come i cavoli, che funzionano come occhiali da sole naturali: portarli spesso in tavola può essere un aiuto prezioso per vederci bene



0

L’intero organismo trae notevoli vantaggi da un’alimentazione attenta e varia.

«Anche per preservare la salute degli occhi, evitando pericolose malattie come la degenerazione maculare e la cataratta, è fondamentale prestare attenzione a quello che si porta in tavola» ha precisato il dottor Michele Carruba, direttore del Dipartimento di Farmacologia e Tossicologia medica dell’Università degli Studi di Milano in occasione del convegno tenutosi di recente a Milano “La salute oculare a tavola: prevenire le malattie oculari”.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Uno scudo contro le malattie

«I disturbi della vista interessano un numero crescente di persone in Italia come in tutto il mondo: anche se le cure farmacologiche esistono e danno buoni risultati, sono piuttosto costose e indicate nei casi più gravi – commenta Carruba – Non si deve dimenticare invece che, attraverso l’alimentazione e la scelta di particolari cibi, si può fare una preziosa opera di prevenzione, efficace e a basso costo, utile per tenere sotto controllo molti disturbi e preservare nel tempo la salute degli occhi». 

Cavoli come occhiali da sole

«Per prevenire malattie come la cataratta e la degenerazione maculare, è utile innanzitutto aumentare il consumo di verdura e di frutta ricca di vitamine, minerali e antiossidanti che proteggono e preservano i tessuti dall’invecchiamento – continua l’esperto – In particolare, sono preziosi i cavoli e gli spinaci che contengono due pigmenti, la luteina e la zeaxantina, che funzionano come filtri proteggendo gli occhi come una sorta di occhiali da sole naturali».

Un pieno di antiossidanti

Un’ulteriore conferma dell’importanza di un’alimentazione attenta per la salute degli occhi, arriva dagli specialisti americani dell’Università dell’Alabama, che hanno condotto una ricerca promossa dal National Eye Institute in base alla quale è risultato che apportare una buona percentuale di sostanze antiossidanti e minerali (come lo zinco) può essere utile per ridurre sensibilmente il rischio di degenerazione maculare con l’avanzare dell’età.

Verdure ma anche salmone e carne

Gli alimenti da portare spesso in tavola suggeriti dall’American Optometric Association Health and Nutrition Committee?

La frutta e la verdura, di ogni tipo, per la ricchezza in vitamina C, preziosa per ridurre l’incidenza di cataratta e maculopatia; il pesce, in particolare tonno e salmone, e le carni magre, che contengono acidi grassi protettivi; poi le carni rosse e i cereali ricchi di zinco: una carenza di questo minerale infatti può portare allo sviluppo della cataratta.

Fondamentali poi gli oli vegetali ricchi di vitamina E, capaci di rallentare l’invecchiamento di tutti i tessuti, compreso quello oculare.

Carote insieme a mais e uova

E le carote, da sempre considerate un alimento prezioso per la vista? Fanno bene, ma meno di quanto si pensa rispetto ad altre verdure più preziose per gli occhi, come quelle della famiglia dei cavoli.

Meglio poi mangiare le carote in insalata aggiungendo spinaci novelli, mais e uova sode, tre alimenti ricchi di luteina che protegge la retina dalle onde lunghe dannose per gli occhi, e condirle con olio extravergine di oliva ricco di vitamina E protettiva e antiossidante.

Leggi anche

Vista: le virtù dei nuovi laser

Il modo migliore per prendersi cura dei nostri occhi è una corretta detersione!

L'omeopatia nella cura della cataratta

L'importanza della prevenzione

Anche il sole previene l'ipertensione

Previeni l’osteoporosi con lo sport

Artrosi: prevenzione e cura cominciano a tavola

Pubblica un commento