A A

Gelati e sorbetti: golosità in linea

Alla crema e alla frutta, sono ideali come pausa rinfrescante e golosa, come dessert e, perché no, anche come pasto veloce e leggero



1

Sono freschi e gustosi, leggeri e ricchi di nutrienti. Gelati e sorbetti vivono in estate la loro stagione migliore: sono ottimi come dessert dopo il pasto, perfetti come spuntino che soddisfa il gusto senza appesantire e volendo, proprio per le loro ottime virtù nutrizionali, possono rappresentare di tanto in tanto un valido sostituito del pasto, soprattutto se accompagnati da una cialda biscotto e una coppetta di frutta.

Scelti con attenzione poi non pesano sulla linea e possono rientrare con tranquillità anche nell’alimentazione di chi vuole mantenersi in forma.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Fanno bene a tutti

Il gelato è preparato con latte, panna, grassi vegetali, zucchero e in alcuni casi uova, caffè, cacao, frutta fresca e frutta secca che insieme ne fanno un alimento ricco dal punto di vista nutrizionale per il suo apporto di proteine, carboidrati, sali minerali e vitamine.

Sorbetti e gelati sono quindi un’ottima scelta sia per l’alimentazione dei bambini che degli anziani e per tutti coloro che non rinunciano al piacere di un dolce leggero che non affatichi la digestione e non pesi sulla linea.

Sono ideali per stare in forma

Il gelato è molto più leggero dal punto di vista calorico rispetto ad altri dolci. Facendo attenzione alle scelte poi si possono risparmiare calorie a tutto vantaggio della linea.

Se il gelato alla crema fornisce circa 220 calorie per etto, quello con una base di latte più succo e polpa di frutta scende a 160. Diverso poi il discorso per i sorbetti: fatti solo di acqua e frutta, con le loro 100 al massimo 130 calorie per etto sono decisamente la scelta più in linea.

Basta non esagerare

Naturalmente, per non far salire l’ago della bilancia, il gelato e il sorbetto vanno consumati innanzitutto al posto di altri dessert (meglio evitare gli abbinamenti con torta, brioches o crepes) e in quantità non eccessiva limitandosi a una coppetta o a un cono con non più di due gusti.

Chi ama in modo particolare il gelato in estate può sostituire il pasto, una o due volte la settimana, con una grande coppa di gelato che non superi le 350 calorie, l’equivalente di un pasto leggero.

Piccole aggiunte di gusto

Naturalmente più il gelato è buono e soddisfacente, e minore è la quantità che se ne consuma. Un’idea per regalare ancora più sapore al gelato che si tiene nel freezer e si consuma come dessert è quella di fare qualche piccola aggiunta: alla panna si può unire della cannella, dello zenzero oppure per chi ama i gusti forti qualche grano di pepe nero.

Con il gelato alla crema è perfetta invece la liquirizia, mentre al gelato al limone si può aggiungere del basilico tritato e la scorza grattugiata di un limone.

Anche quello industriale è buono

Il gelato artigianale vince sicuramente per l’ampia scelta di gusti, la genuinità degli ingredienti e la pienezza del sapore. Anche il gelato industriale rimane comunque un’ottima scelta: contrariamente a quanto si crede infatti è altrettanto sano, dal momento che contiene coloranti naturali, è emulsionato solo con lecitina di soia o farina di semi di guar per ottenere la giusta consistenza, e non contiene conservanti perché l’azione del freddo inibisce la produzione dei batteri.

E le calorie? In linea generale, un cono industriale o un biscotto-gelato corrispondono a un gelato di medie dimensioni, mentre le coppette o i gelati piccoli con lo stecco sono paragonabili a una coppetta piccola di gelato artigianale.

Leggi anche

Il menu tutto gelato

Per dimagrire, meglio non saltare i pasti

Estate: in forma se fai le scelte giuste

Frutta di benessere

Frutti rossi: piccole golosità salutari

La papaya giapponese è il frutto del benessere

Anguria: buona, dissetante e in linea

Pubblica un commento