A A
hero image

Curare la Salute: volersi bene a partire dalla tavola

Mangiare bene e fare movimento sono le regole basilari per chi cerca il benessere. Con il progetto Curare la Salute e il Test della Piramide scopri quanto sei informato



0

Autunno, tempo di buoni propositi: per affrontare la nuova stagione con energia ed entusiasmo, la parola d'ordine è prendersi cura di sé, a partire da ciò che mettiamo sulla tavola. Gli esperti, infatti, sono concordi: l'alimentazione è la base del nostro benessere e una dieta equilibrata è il segreto per affrontare con energia gli innumerevoli impegni quotidiani. Complice il relax, i mesi estivi hanno portato tanti peccati di gola: lo confermano i risultati del test proposto dagli esperti di Curare la Salute, una campagna di informazione nata per sensibilizzare la popolazione sull'importanza di uno stile di vita corretto e di una sana alimentazione.

Cosa mettiamo in tavola?
Degli oltre 6.000 italiani che hanno partecipato al test, il 43% dichiara di aver ecceduto nel consumo di dolci, mentre a latitare sulla tavola è la frutta: il 68% degli interpellati dichiara di non mangiarne a sufficienza e addirittura il 10% ammette di non mangiarne affatto. Anche la verdura e il pesce – nonostante la bella stagione che dovrebbe invitare al consumo – vengono trascurati dagli intervistati: il 62% dichiara di non scegliere mai il pesce e il 76% mangia poca verdura.

La salute in poche, sane abitudini
La comunità scientifica è concorde, e lo ribadisce il Ministero della Salute: le corrette abitudini alimentari e una regolare attività fisica sono in testa alla classifica dei principi fondamentali per il mantenimento di una buona salute. Ma come scegliere alimenti e dosi? Il sito www.curarelasalute.com ti aiuta con consigli mirati e con i pareri di tanti esperti. Qualche dritta? “Il fabbisogno giornaliero di una persona si aggira intorno alle 2.000 calorie”, ricorda il Dott. Luigi Canciani, Responsabile Nazionale Area Prevenzione ed Educazione alla Salute SIMG e Membro del Comitato Scientifico di Curare la Salute 2015. “È importante suddividerle in cinque momenti, i tre pasti canonici più due spuntini a base di frutta, yogurt o cereali”. E per stuzzicare la fantasia, scopri i cibi etnici: “L'interesse verso alimenti come amaranto, grano saraceno, quinoa, sago e manioca è in crescita”, spiega il Dott. Francesco Gamaleri, del Consiglio Direttivo dell’Ordine dei Farmacisti delle Province di Milano, Lodi e Monza Brianza e membro del Comitato Scientifico di Curare la Salute 2015, “e in molti casi si tratta di cibi utili perché compatibili con l'alimentazione delle persone affette da celiachia”.

Alimentazione? Sana e completa
“Per prevenire il rischio di carenze occorre prestare attenzione all’assunzione di alcuni nutrienti definiti essenziali perché il nostro organismo non è in grado di produrli, e fra questi vi sono vitamine, minerali e alcuni grassi polinsaturi”, chiarisce il Prof. Michele Carruba, Direttore del Centro Studi e Ricerche sull’Obesità dell’Università degli Studi di Milano e membro del Comitato Scientifico di Curare la Salute 2015. “Laddove non sia possibile seguire un’alimentazione bilanciata, un’integrazione nutrizionale può essere considerata un supporto adeguato. Gli integratori multivitaminici e multiminerali, completi e a dosaggi bilanciati, possono rappresentare un valido aiuto per far fronte a carenze nutrizionali, soprattutto in alcune fasi della vita, in funzione dell’età e del sesso”.

Mettiti alla prova
Sul sito www.curarelasalute.com trovi il Test della Piramide. “È stato elaborato a partire dalla Piramide Alimentare della Dieta Mediterranea”, spiega il Prof. Michele Carruba, Direttore del Centro Studi e Ricerche sull’Obesità dell’Università degli Studi di Milano e membro del Comitato Scientifico di Curare la Salute 2015. “Rispondendo alle domande proposte viene generata una piramide personalizzata, che permette di evidenziare l’aderenza o lo scostamento tra la propria alimentazione e quanto indicato dalla Dieta Mediterranea. La piramide personalizzata aiuta a prendere consapevolezza del proprio stile alimentare e a correggere gli eventuali errori e consente poi di rivolgersi in maniera consapevole al proprio medico o farmacista per chiedere un consiglio mirato. Molte sono le possibilità di intervento, tra cui anche il ricorso al supporto dell’integrazione alimentare”.
Con il Test della Piramide puoi analizzare le tue abitudini alimentari attuali e poi ripetere la prova tra qualche mese, dopo aver messo in pratica i suggerimenti di Curare la Salute, per verificare i miglioramenti. Inizia alla grande la stagione, con uno stile di vita da 10 e lode.

Pubblica un commento