A A
hero image

Per dimagrire mangia integrale

Gli alimenti non raffinati sono più ricchi di nutrienti e quindi fanno bene alla salute e persino alla linea. Scopri qui perché conviene portarli a tavola tutti i giorni

credits: istock



1

Mangiare integrale vale la pena. Le farine con cui sono preparati pasta e pane integrali, infatti, non subiscono il processo di raffinazione che priva il chicco del cereale del germe (il cuore) e della crusca (lo strato che protegge il germe). Sono quindi più ricche di nutrienti rispetto ad altri prodotti industriali raffinati e regalano vitamine, minerali, proteine, fibre, polifenoli, acidi grassi essenziali. Ottimo, per esempio, iniziare la giornata con fiocchi integrali o una fettina di pane di segale con 1 cucchaino di marmellata più un caffè o 1 yogurt. Oppure prepararsi un piatto di pasta o riso a pranzo o a cena».

Ma come sceglierli? Devono essere davvero integrali, ossia contenere oltre il 50% di farina integrale (lo capisci dall’etichetta. E occhio: molti prodotti spacciati per integrali non lo sono affatto, vengono realizzati con farine raffinate, rese più scure dalla presenza della crusca). Guarda quanti vantaggi puoi assicurarti.

Proteggi il cuore 
Le ricerche hanno visto che, grazie alle sostanze antiossidanti di cui sono ricchi e alle fibre, i cereali integrali abbassano del 30 per cento la probabilità di avere disturbi dell’apparto cardiovascolare.

Tieni bassa la glicemia 
Grazie alle fibre, i cereali integrali rallentano l’assorbimento degli zuccheri e di conseguenza regolano i livelli della glicemia. Non si può dire lo stesso con quelli raffinati, che invece determinano un aumento maggiore della glicemia e portano il pancreas a produrre più insulina per abbassarne i valori nel sangue. Un meccanismo che con il tempo può portare al diabete.

Aiuti l’intestino 
Le ricerche hanno dimostrato che mangiando frumento, riso, avena e altri cereali integrali l’intestino è meno infiammato e si regola il transito. E chi soffre di colon irritabile? In questo caso la raccomandazione è evitare i cibi integrali nelle fasi acute (contengono sostanze difficili da digerire che aumentano l’irritazione). In ogni caso, introduci l’integrale con gradualità, magari partendo dal semi integrale.

Controlli il peso 
Infine la buona notizia: sempre per merito delle fibre i cibi integrali saziano di più. E, dato che i loro zuccheri vengono assorbiti più lentamente, l’organismo deve ricorrere alle sue riserve di grasso per procurarsi subito energia. Questo permette di tenere sotto controllo il peso.

Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Se tuo figlio mangia solo pasta in bianco

5 insalate di cereali per dimagrire

Pubblica un commento