A A

Il lifting… è servito

Scelti con attenzione, i cibi possono trasformarsi in una preziosa cura anti-age per la pelle



0

Scegliere con attenzione quello che si porta in tavola è un gesto prezioso non solo per il benessere dell’intero organismo ma anche per la bellezza della pelle. Alcune buone abitudini a tavola rappresentano infatti una delle strategie più efficaci per preservare l’equilibrio della cute, mantenerla in salute e prevenirne l’invecchiamento precoce.

Questi i consigli del dottor Fabio Rinaldi, dermatologo, presidente dell’IHRF (International Hair Research Foundation) nonché docente alla Sorbona di Parigi, per mantenere giovane la pelle e prevenire a tavola rughe e cedimenti.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Mai senza le proteine

La cheratina che forma l’epidermide, la parte superficiale della pelle, è costruita con “mattoni” fondamentali che sono gli aminoacidi, costituenti base delle proteine. Se la loro assunzione è insufficiente o il loro assorbimento nell’intestino è scarso, la pelle perde equilibrio e si segna più facilmente.

Cosa non dovrebbe quindi mai mancare sulla tavola? La carne bianca e quella rossa, purchè senza esagerare, il fegato e il pesce, la bresaola e il prosciutto crudo, le uova e il latte, ma anche la soia, il tofu e i legumi, fonte privilegiata di proteine vegetali.

“Diversificare” è la parola d’ordine

Sono moltissime le sostanze indispensabili per la salute e la giovinezza della pelle, dal ferro al rame, dal silicio al selenio, dalle vitamine ai polifenoli fino agli acidi grassi essenziali. Solo un’alimentazione completa e varia può garantirli. Vietato quindi escludere intere categorie di cibi dall’alimentazione.

I frutti rossi, ad esempio, soprattutto mirtilli, ribes, fragole e lamponi, sono ricchissimi di polifenoli e vitamine, e andrebbero consumati almeno tre volte la settimana, così come le crucifere (broccoli, cavolfiori, cime di rapa), concentrati di preziosi antiossidanti che contrastano l’invecchiamento.

Un bicchiere di vino al giorno

Molti antiossidanti, sostanze capaci di contrastare i radicali liberi che accelerano l’invecchiamento della cute, si trovano nelle bevande, in particolare nel tè verde, nei centrifugati di frutta e nel vino rosso.

Se un eccesso di alcool è responsabile di numerosi danni per la salute, un bicchiere al giorno di vino rosso può aiutare a mantenere giovane la cute grazie principalmente al resveratrolo, potente antiossidante presente in quantità nettamente inferiori nel vino bianco.

Pochissimo zucchero

I cibi con un alto indice glicemico, primi fra tutti lo zucchero e i dolci che lo contengono, fanno male a tutto l’organismo, pelle compresa. Tutta colpa della glicazione che si verifica quando le molecole di zucchero si attaccano alle proteine della cute, facendo perdere elasticità e compattezza.

Il rimedio è semplice: tagliare drasticamente sugli zuccheri, sia quelli che si aggiungono alle bevande sia quelli che si assumono con i dolci raffinati. Meglio puntare quindi sui prodotti integrali, dai cereali per la colazione ai biscotti che hanno un basso indice glicemico.

Verdura e frutta a volontà

Betacarotene, licopene e vitamina C sono i tre antiossidanti più potenti contro le rughe. I primi due, abbondanti nel melone e nel pomodoro, contrastano l’invecchiamento precoce dovuto ai raggi solari. Il betacarotene delle carote, della zucca e del peperoncino, agisce contro i radicali liberi e interviene nel processo di riparazione del tessuto cutaneo.

Preziosa anche la vitamina C di cui sono ricchi gli agrumi, le crucifere, il kiwi e il prezzemolo: secondo alcune ricerche pubblicate sul The American Journal of Clinical Nutrition, le donne che assumono più vitamina C hanno l’11% in meno di rughe rispetto a coloro che non ne consumano.

Leggi anche

Olio di lino: idratante antiage per viso

Impara a leggere le tue rughe

Pelle grassa? Meno rughe

Strategie anti-age

Non ti strucchi? Invecchierai prima

Preserva la salute con… un marito sportivo

Addio rughe con soia e zuccheri

Pubblica un commento