Fegato e reni: 4 esercizi di zen stretching

Ecco la sequenza suggerita dall’esperta per migliorare la funzionalità dei tuoi organi detox



Per evitare problemi al fegato e ai reni, gioca d'anticipo con lo zen stretching.

«Ispirata agli esercizi di Zen per immagini (ed. mediterranee, 19,50 €) del celebre maestro shiatsu Shizuto Masunaga, questa tecnica ha lo scopo di armonizzare il flusso dell’energia nel nostro corpo e sciogliere blocchi e carenze lungo i 12 meridiani della medicina orientale», spiega Silvia Marchesa Rossi, insegnante di Zen stretching a Milano e terapista shiatsu (zen-stretching.it).

«Proprio per questo ogni esercizio ha un effetto profondo, che contribuisce a mantenerci in forma sia nel corpo, sia in mente e spirito».


Ecco gli esercizi suggeriti dall’esperta per migliorare la funzionalità del fegato e dei reni, da eseguire anche tutti i giorni, molto lentamente.

PER IL FEGATO

1. Migliora la digestione

Per stimolare il flusso di energia lungo i meridiani di fegato e vescicola biliare, migliorando la digestione.

Seduta, con le gambe divaricate e distese, i piedi a martello, schiena dritta, braccia tese verso l’alto, palmi che si guardano. Ruota il busto verso la gamba destra e scendi lateralmente davanti a quella sinistra, facendo passare il braccio mancino all'interno (come se volessi afferrare il 1 piede). Espirando, ruota il capo, quindi allunga il braccio sinistro oltre la testa e rivolgi lo sguardo verso il soffitto. Mantieni la posizione per un paio di respiri. Poi, inspirando, ritorna nella posizione di partenza e ripeti dal lato opposto.

PER IL FEGATO

2. Sciogli la congestione

Aiuta a sciogliere la congestione del fegato dovuta ad abbuffate e scarso movimento.

Siediti con la gamba destra piegata davanti a te, mentre l'altra è distesa all'indietro il più possibile. La mano destra è appoggiata a terra vicino all'anca, con il braccio disteso, quella sinistra è invece posata sul fianco. Espirando, ruota il busto verso la mano destra e volgi lo sguardo sul piede sinistro. Poi, porta a terra la mano mancina, vicino all’altra. Mentre ti giri, allunga il più possibile la gamba distesa. Poi, inspirando, ritorna nella posizione di partenza. Esegui per 2 volte, poi ripeti l'esercizio dal lato opposto.

PER I RENI

1. Mantieni in forma la vesciva

È utile per sollecitare i flussi di energia nei meridiani di vescica e reni.

Siediti sul pavimento con le gambe distese, la schiena dritta e le spalle rilassate. Solleva le braccia verso l'alto, tenendo i palmi rivolti all'esterno. Inspirando, fletti il busto in avanti e protendi le punte delle dita in direzione dei piedi, senza scendere a toccarli: le mani rimangono sollevate e la testa resta fra le braccia. Espira, avvicina il mento al petto e mantieni la posizione per un paio di respiri, cercando di allungarti in avanti a ogni espirazione. Quindi torna sollevando di nuovo le mani in alto e lasciando scendere le braccia a terra in modo rilassato.

PER I RENI

2. Scaccia le tensioni e aumenta l'energia

Aiuta a rinforzare i meridiani di reni e vescica e a conquistare una maggiore energia e flessibilità nella muscolatura posteriore.

Seduta sul pavimento con le gambe tese, solleva e distendi le braccia all'altezza del petto. Ora, comincia a muoverti in avanti, spostando alternativamente le anche. Durante l'esercizio mantieni le gambe tese e aiutati



Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato nel n° 5 di Starbene in edicola dal 15 gennaio 2019

Leggi anche

Fegato: i cibi amici

Come lavora il fegato per eliminare le tossine

Detox, la dieta per il fegato che riattiva il metabolismo