Intolleranza al lattosio, come riconoscerla e cosa fare – Video

Spesso chi scopre di essere intollerante al lattosio smette subito di mangiare latticini e derivati. Ma eliminare tutti i formaggi non è necessario. Abbiamo intervistato la dottoressa Manuela Mapelli, biologa nutrizionista a Palazzo della Salute Wellness Clinic, Gruppo San Donato. Guarda il video



L'intolleranza al lattosio, un disturbo molto fastidioso a livello gastrointestinale, può manifestarsi in qualsiasi momento della vita con sintomi quali meteorismo, flatulenza, dolori addominali, crampi e, talvolta, dissenteria.

Questo significa che per correre ai ripari bisogna subito smettere di consumare formaggi & Co.? «Di solito, chi scopre di essere intollerante al lattosio, si comporta proprio così, eliminando completamente dall'alimentazione latte, latticini e derivati. Ma alcuni formaggi, grazie al processo di stagionatura, non contengono lattosio.

Inoltre, con l'integrazione giusta, chi soffre di questo disturbo può tranquillamente mangiare una pizza o una porzione di lasagne», dice la dottoressa Manuela Mapelli, biologa nutrizionista a Palazzo della Salute Wellness Clinic, Gruppo San Donato, che approfondisce l'argomento nel video qui sotto:


Leggi anche

Covid e pazienti cardiopatici: quali precauzioni prendere

Telemedicina e cure a distanza: lo specialista arriva a casa tua

Diabete di tipo 2: come prevenirlo e curarlo

Ciclo doloroso ed endometriosi: che cos'è e come si cura - Video

Tamponi, test rapidi: come scoprire se si è positivi

Perdita e vuoti di memoria: le cause e cosa fare