A A

Esaurimento nervoso: sintomi e cause

Le manifestazioni sono varie e complesse e, se trascurate, possono essere l’anticamera di disturbi psichici più seri



0

Ne parlava persino Ippocrate, il padre della medicina, intuendo già nel IV secolo a.C. quanto una condizione prolungata di affaticamento mentale e corporeo potesse provocare una "astenia nervosa", o altrimenti detto nel linguaggio popolare, "esaurimento nervoso".

Se nell'antica Grecia il concetto di stress non era stato ancora "inventato", è singolare notare come l'eziopatogenesi di una patologia indefinita sia rimasta invariata per tutto questo tempo, sia nella manifestazione che nella sua descrizione.
In altri termini, cause e sintomi dell'esaurimento nervoso di ieri coincidono con quello di oggi, e le definizioni mediche son rimaste vaghe e...nebulose.
Nei vari decenni diversi medici si sono infatti interrogati sulla natura del sovraffaticamento psicofisico, chiedensosi se può precedere un disturbo neurologico più serio o restare privo di evidenze cliniche significative.

Fai la tua domanda ai nostri esperti


LA MENTE SI STANCA FACILMENTE

È una condizione accentuata al mattino piuttosto che alla sera che rende faticoso persino l'azione di pensare: la persona affetta da esaurimento nervoso non sopporta le applicazioni di mente troppo protratte o troppo intense.
Altri sintomi che indicano una facile esauribilità mentale sono: dimenticanze (anche di cose ed eventi recenti); distraibilità a causa della ridotta capacità di attenzione; eccessiva impulsività ed impressionabilità del carattee; il persistente cattivo umore; idee persecutorie.

SBALZI D'UMORE
 
Questi in genere si manifestano prima di un esaurimento nervoso e sono indicativi sia di un esaurimento emotivo sia di cattive tecniche di gestione degli impegni. Gli sbalzi d'umore potrebbero includere:

  • Irritabilità;
  • Rabbia unita a senso di colpa e rimorso;
  • Crisi di pianto eccessive;
  • Fasi di estrema tranquillità;
  • Fasi di depressione.

SENSAZIONI DI IMPOTENZA E DISPERAZIONE

Si tratta di due sentimenti molto comuni prima e durante un esaurimento nervoso. Potresti accorgerti di non avere le energie sufficienti per affrontare i tuoi problemi e per questo potresti sentirti impotente. Potresti vivere una sensazione di disperazione, come se non fossi in grado di controllare le circostanze e non vedessi alcuna via d'uscita dalla tua situazione attuale. Questi sono sintomi di depressione che possono favorire l'insorgenza di un esaurimento nervoso, ma ce ne sono altri che possono contribuire a svilupparlo, ad esempio:

  • Perdita di energie;
  • Spossatezza;
  • Perdita della capacità di concentrazione;
  • Calo dell'attenzione;
  • Isolamento.

PENSIERI NEGATIVI

Durante un esaurimento nervoso potresti continuamente avere pensieri eccessivamente negativi e interpretare male anche delle circostanze positive. Tra questi i più comuni sono:

  • Vedere le cose in maniera negativa;
  • Avere un "filtro" mentale che mostra solo gli aspetti e i pensieri negativi di ogni questione;
  • Avere la convinzione che la situazione e l'esaurimento nervoso non passeranno mai e che dovrai convivere per sempre con questi sentimenti.

SENSAZIONE DI INTORPIDIMENTO E DISTACCO

L'esaurimento nervoso può lasciare un senso di torpore e indifferenza verso l'ambiente esterno. Potresti anche avere l'impressione che tutto ciò che accade intorno a te sia artificiale. Sostanzialmente non senti più di far parte dell'ambiente circostante o di avere una correlazione con le persone della tua vita.

Mal di testa: se fosse stress?

Stanchezza: il ruolo degli integratori

Depressione: quando chiedere aiuto?

Pubblica un commento