A A

Via il gonfiore con le erbe

Il cambio di stagione può causare scompensi alla circolazione. Ecco i rimedi green per eliminare i liquidi in eccesso



0

di Claudio Buono

L’adattamento fisiologico al cambio di stagione e a nuovi ritmi, complici le giornate più lunghe, può provocare scompensi alla circolazione sanguigna, leggere variazioni ormonali e affaticamento al fegato, soprattutto se in questo periodo non controlli la dieta.

Il nostro sistema di riequilibrio metabolico e di smaltimento delle tossine agisce così al rallentatore, causando fastidiosi e antiestetici gonfiori generalizzati o localizzati a gambe e pancia. Per fortuna ci viene in aiuto la natura, grazie all’effetto drenante e disintossicante di numerose piante, come quelle che ti consiglia il dottor Luigi Torchio, esperto di omeopatia e medicina naturale. 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

PER GAMBE LEGGERE - IL MIX CHE COMBATTE IL RISTAGNO VENOSO

La causa - «Le temperature in rialzo richiedono al corpo di smaltire calore in più, provocando una naturale dilatazione delle vene e del microcircolo a livello delle gambe. Un effetto che rallenta il flusso venoso e compromette il corretto “cammino” del sangue dagli arti inferiori al cuore», spiega il dottor Torchio.
Che aggiunge: «Peggio ancora se passi tante ore seduta alla scrivania o in piedi. Mantenere troppo a lungo una postura forzata è una delle cause più diffuse del ristagno di liquidi, soprattutto se le pareti venose hanno già perso elasticità per colpa di tacchi alti e jeans attillati».

Il rimedio - Un pool di 5 piante - ippocastano, centella, rusco, mirtillo, vite rossa - è l’ideale per riequilibrare il sistema circolatorio alterato e per ridare leggerezza e benessere alle tue gambe. «I loro principi attivi stimolano il ritorno venoso e svolgono un’azione antiedema e antinfiammatoria, proteggendo la parete dei vasi sanguigni», sottolinea l’esperto.
Cercale sotto forma di estratto secco titolato, in capsule o compresse, più comode da portare in borsetta per poterne rispettare l’assunzione 3 volte al giorno (1 o 2 capsule per volta, accompagnate da abbondante acqua). In alternativa puoi anche assumerle sotto forma di tintura madre (una trentina di gocce in acqua, lontano dai pasti, 2-3 volte al giorno per tutto il periodo caldo e comunque per non meno di 3 settimane).
Oppure prepara al mattino un litro di acqua con 90-100 gocce di tintura madre che poi berrai durante la giornata.

PER I GONFIORI DIFFUSI - LE PIANTE A EFFETTO DRENANTE

La causa - Spesso è tutta colpa della ritenzione idrica, un disturbo che colpisce il 30% della popolazione femminile italiana. Se anche tu ne soffri, significa che il tuo organismo ha la tendenza a trattenere liquidi (stasi linfatica). In altre parole, l’acqua, che compone il 65% del tuo corpo, a volte si accumula dove non dovrebbe.
La causa? «Il più delle volte è legata a un rialzo ormonale che risente della stagionalità», spiega il dottor Torchio. «Con l’arrivo della primavera, aumenta la produzione naturale di estro-progestinici (gli ormoni femminili), responsabile dell’accumulo di liquidi all’interno dei tessuti».


Il rimedio
- Quello che ti serve è un mix di piante che stimolano il drenaggio venoso e linfatico generale. Consigliate dal nostro esperto per il loro effetto particolarmente diuretico sono pilosella, betulla e tarassaco.
Le trovi sotto forma di tintura madre (30-40 gocce in abbondante acqua, 2-3 volte al giorno a stomaco vuoto, per almeno un mese). Puoi assumerle in associazione anche sotto forma di tisana: versa un cucchiaino da tè per ogni tazza di acqua calda, lascia in infusione per 10 minuti, filtra e bevine almeno 2-3 tazze, lontano dai pasti.

PER ASCIUGARE LA PANCIA- I FERMENTI LATTICI E LE GOCCE CHE DEPURANO

La causa - Sei preoccupata perché l’appuntamento con la prova costume si avvicina e l’addome non vuole saperne di sgonfiarsi? «Colpa della dieta, ricca di grassi difficili da assimilare o di cibi salati che richiamano liquidi, perché hanno bisogno di molta acqua per essere digeriti e metabolizzati. Ma può dipendere anche dall’intestino affaticato, oppure da un’alterazione della flora batterica», avverte il dottor Torchio.

Il rimedio - Per prima cosa devi stimolare il ripristino delle difese intestinali con una cura a base di fermenti lattici (lattobacilli e bifidobatteri). Li trovi in compresse o bustine già pronte all’uso (1 al giorno, a stomaco vuoto, per almeno 2 mesi).
Ai probiotici affianca un trattamento a base di cardo mariano, carciofo, anice, finocchio, boldo. Sono tutte piante che, oltre a stimolare la digestione, hanno un effetto rinfrescante e depurativo del fegato.
Anche in questo caso, andrebbero assunte preferibilmente in associazione tra di loro, come tintura madre (30 gocce in acqua dopo i pasti principali, 3 volte al giorno, per 3 settimane) o tisana (3 tazze al dì, dopo i pasti, per un mese).

5 AIUTI IN PIÙ ANTI - EDEMI


> 2 o 3 volte la settimana pratica nuoto o aquagym: è il modo migliore per combattere i gonfiori e tenersi in forma.

> Stimola la circolazione camminando spesso a piedi scalzi, sulle punte e sui  talloni, per attivare la pompa plantare che favorisce il ritorno del sangue venoso verso il cuore.

> Prima di andare a dormire, fai un po’ di idroterapia casalinga per tonificare le vene: riempi una bacinella di acqua fresca, versa 2 manciate di sale da cucina, che aiuta a drenare i liquidi, e immergi i piedi per 5-10 minuti. Poi asciugali e stendi sulle gambe un gel rinfrescante a base di mentolo.

> Da sdraiata, tieni le gambe sollevate sulla parete o sulla testiera del letto per 10 minuti.

> Per alleviare il gonfiore addominale, ripeti questo semplice esercizio tutte le volte che vuoi: sdraiata sulla schiena, piega le gambe e mentre inspiri portale al petto, dopodiché abbracciale. Resta così per qualche secondo, respirando lentamente e profondamente, poi torna alla posizione di partenza espirando.

Articolo pubblicato sul n.19 di Starbene in edicola dal 26/04/2016

Leggi anche

Pancia piatta? Ecco cosa mangiare

Circolazione: gli alimenti per proteggerla

Rimedi naturali per stitichezza e pancia gonfia

Cucina ayurvedica, ti sgonfi e perdi peso

Pancia piatta con 5 mosse anti-gonfiore

Pubblica un commento