A A

I rimedi naturali per la pelle secca

Come avere cura della propria cute in modo sano e veloce, senza necessariamente dover ricorrere ai farmaci



0

di Paola Toia

L’IMPORTANZA DI UNA PELLE SANA

Il primato di organo più esteso e pesante del corpo umano spetta alla pelle. È costituita da diversi tessuti e la sua funzione è quella di rivestire l’intera superficie del corpo, assicurare protezione all’organismo e permettere i rapporti con l’ambiente. Proprio perché è esterna è soggetta a molti rischi, nonostante la grande resistenza e fra i possibili problemi la secchezza è un fattore da non sottovalutare. Da considerare che una pelle secca è più soggetta all’invecchiamento, quindi attenti!

Quando una pelle può essere definita secca? Quando il contenuto di acqua e sebo, presente nello strato più superficiale dell’epidermide, è sensibilmente inferiore rispetto ai parametri fisiologici.

Quali sono le cause della pelle secca?

Fai la tua domanda ai nostri esperti! 

PELLE SECCA: CAUSE

Fra la cause della pelle secca c’è la poca idratazione o il suo trattamento con prodotti non idonei, che si limitano a ungerla in superficie e peggiorano l’irritazione senza curarla. Inoltre in inverno con l’abbassamento delle temperature, lo sbalzo termico fra ambienti interni (riscaldati) ed esterni (freddi) può essere la fonte del problema. Il freddo, colpendo senza distinzione arti e corpo in generale, provoca per eccessiva secchezza della cute lesioni (ragadi), arrossamenti o screpolature, a volte anche dolorose se non curate.

Altre cause da prendere in considerazione:
- eccessiva esposizione ai raggi UV/all'aria condizionata/al vento;
- predisposizione genetica;
- età avanzata;
- assunzione di alcuni farmaci per lunghi periodi (es. diuretici, ormoni…);
- insorgenza di patologie (psoriasi, allergie, dermatiti, ipotiroidismo, cirrosi epatica, ittiosi);
- stress;
- cosmesi aggressiva e/o inadeguata.


PREVENZIONE CONTRO LA PELLE SECCA

Il miglior modo per prevenire la secchezza cutanea è mantenere la pelle perfettamente idratata con prodotti specifici (meglio se naturali con proprietà emollienti, idratanti e nutrienti). Inoltre fa molto bene bere acqua durante la giornata (1,5-2 l/giorno) e mangiare frutta e verdura, ricche di fibre.

Durante la stagione fredda è consigliabile non esporsi a fonti dirette di calore (caloriferi, stufe e camini), ma cercare di scaldarsi a una certa distanza, per evitare sbalzi di temperatura non ottimali per il tessuto cutaneo. Quando si esce, è opportuno indossare sciarpa, cappellino e guanti. Al fine di mantenere la pelle elastica e morbida, se gli ambienti sono eccessivamente caldi o freddi, si può intervenire con un umidificatore. Quando si fa il bagno o la doccia, si eviti di utilizzare acqua troppo calda per non rimuovere dalla superficie esterna della pelle gli olii naturali. Attenzione anche ai prodotti per detergersi, da non usare con frequenza.

PROTEGGERE LA PELLE CON L’ALIMENTAZIONE

Per aiutare la nostra pelle a non seccare, si deve imparare a mangiare bene, prediligendo alimenti ricchi di acidi grassi polinsaturi omega 3 e omega 6, presenti soprattutto nel pesce, nell’olio e nella frutta secca (noci e mandorle). Queste sostanze nutritive, infatti, rafforzano le membrane cellulari e sono utili per ridurre le perdite di acqua. Bere molta acqua e mangiare con regolarità frutta e verdura sono step importanti da introdurre nella propria dieta.

Non dimenticare la vitamina A, contenuta soprattutto in alcuni alimenti di origine animale, come uova, burro e formaggi, ortaggi di colore arancione e a foglia verde scuro, ricchi di betacarotene, che all’occorrenza viene trasformato dall’organismo in vitamina A.

Non tralasciare le vitamine B (lievito di birra, germe di grano, fegato, erba medica, ortica, pappa reale, polline, riso intero, grano intero, legumi, frutta secca, banane, tuorlo d'uovo, carne di maiale, tonno, ortaggi verdi freschi, patate, semi di lino macinati) ed E (frutta secca, semi di girasole, olio d’oliva e germe di grano).

I MIGLIORI RIMEDI NATURALI

Aiutano a proteggere la pelle dalla secchezza:
- miele: uno dei migliori ‘antibiotici’ per la pelle, ideale per maschere per il viso e ottimo se unito all’olio essenziale di lavanda;
- yogurt: da utilizzare con il miele come maschera viso idratante;
- karité e argan: ricchi di vitamina E, dalle proprietà antiossidanti;
- farina di avena: contribuisce a reidratare la cute con un doppio effetto detergente e nutritivo. Aggiunta nella vasca prima del bagno, ad esempio, rimuove delicatamente le impurità e aiuta i pori a trattenere più a lungo l’umidità;
- burro di karité e polpa di aloe: da spalmare sulle mani secche 2 volte al giorno;
- olii: olio di oliva (da applicare con olio di mandorle, rosa mosqueta, cocco e avocado per 15 minuti sul viso), olio di borragine (ricco di omega 6, ottimo per riequilibrare lo stato dell’epidermide), olio ricavato dai semi degli acini d’uva, olio di ricino, olio di avocado, olio di mandorle;
- gel di Aloe vera;
-malva: è possibile preparare un siero utilizzando 5 foglie da far bollire con del latte (1 bicchiere). Filtrare e spalmare sulla pelle con un batuffolo di cotone 2 volte alla settimana (conservazione del prodotto per 1 mese);
- detergente a base di calendula e iperico: per pulire la pelle sia la mattina e la sera, da abbinare a una crema idratante alle mandorle;
banana: da schiacciare e applicare su collo e viso per qualche minuto;
- argilla verde: da spalmare, unita a del miele, sul viso per 15-20 minuti – tralasciando il contorno occhi;
- latte freddo e senape, da applicare sul viso per 20 minuti;
- un tuorlo d’uovo da tamponare sul viso e tenere per 15 minuti;
- latte detergente; per proteggere il viso utilizzando un batuffolo di cotone;
- peeling e scrub: utili per rimuovere le cellule morte della pelle.

Consigli: prima di coricarsi trattare le mani e/o i piedi con una lozione idratante (acquistata o ‘fai da te’ con i prodotti naturali sopra consigliati) e indossare poi guanti e/o calzini in microfibra o in cotone bio. Il calore generato dal tessuto durante la notte massimizzerà gli effetti della lozione. Inoltre è sempre bene massaggiare i prodotti con movimenti circolari, per garantirne il totale assorbimento da parte della cute.


COSA NON FARE?

Per limitare il problema della pelle secca, l’abc di quello che non si deve fare:
- non esporsi al sole senza crema solare protettiva;
- non applicare le creme idratanti prima di essersi detersi, per non vanificare/ridurre la loro azione;
- non utilizzare prodotti per corpo/igiene personale aggressivi;
- non lavarsi troppo frequentemente perché la parte esterna della cute deve mantenere il proprio grasso (non percettibile a occhio nudo) e prediligere l’acqua tiepida;
- non asciugarsi troppo/con panni ruvidi una volta lavati (secondo alcuni esperti una pelle ancora umida aiuta l’assorbimento dei prodotti);
- attenzione all’uso di vaselina e olii minerali perché potrebbero sensibilizzare la cute.

Leggi anche

Macchie del viso: il trattamento al limone

Bava di lumaca: una cura di bellezza

Gambe al top anche dopo l'estate

Pubblica un commento