A A

Cinque super-cibi da non farsi mancare mai

Dalla papaia ai broccoli, dall’açai alla mela fino alla curcuma: sono i superfood per essere sempre al top



0

Ci sono alimenti provenienti dal mondo vegetale, frutti, verdure e spezie, che nascondono una miniera preziosa di sostanze benefiche per l’organismo.

Non a caso si definiscono “superfood”, perché, come dimostrato da numerose ricerche, non servono solo a soddisfare il bisogno primario di cibo ma funzionano come veri e propri “farmaci naturali”, pronti con i loro elementi funzionali, in particolare preziosi antiossidanti, a proteggere e tenere lontane le malattie. Eccone cinque da non farsi mai mancare.


Fai la tua domanda ai nostri esperti   

La curcuma, un elisir di giovinezza

Considerata in India una spezia sacra, neutralizza i radicali liberi e le tossine responsabili dei processi di infiammatori cronici che, con l’andare del tempo, abbassano le difese dell’organismo e lo espongono a un maggior rischio di ammalarsi.

Oltre che protettiva, la curcuma è anche anti-depressiva, depurativa e tonificante. Uno studio condotto a Taiwan e pubblicato sull’Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition, ha confermato che la durata della memoria aumenta di circa sei ore nelle persone che assumono un grammo di curcuma al giorno.

L’açai per proteggere il cervello

Gli ORAC (i valori che indicano la capacità di assorbire i radicali liberi) dell’açai sono tra i più alti al mondo: 5500 contro i 2400 dei mirtilli. La ricchezza in antiossidanti ne fa quindi un alimento prezioso per preservare l’organismo, e il cervello in particolare, dal rischio di malattie degenerative e per potenziare facoltà mentali come la memoria.

Gli acidi grassi presenti in queste bacche sono preziosi per ridurre il colesterolo cattivo e alzare i livelli di quello buono, protettivo per cuore e cervello.

La mela, una farmacia naturale

Sono tanti i benefici nutrienti presenti in questo frutto. Ricca di fibre, la mela contiene vitamine tra cui la A, la C e molte del gruppo B, potassio prezioso per l’equilibrio idrico del corpo, magnesio utile per il cervello e il sistema nervoso e fluoro protettivo dei denti.

Nella buccia è presente la quercitina, un antiossidante che combatte i processi degenerativi a carico dei tessuti. Alcune varietà, in particolare la renetta, difendono dal cancro, soprattutto quello al seno, alla prostata e al colon.

La papaia per ridurre la glicemia

Dal sapore dolce e dalla consistenza morbida, la papaia è innanzitutto una fonte privilegiata di vitamine, in particolare la A, la C e la E che agiscono proteggendo il collagene, la proteina che dà sostegno ai tessuti del corpo, e contrastando i radicali liberi.

La papaina presente nel frutto aiuta a risolvere i disturbi gastrointestinali come la digestione difficile, il gonfiore e l’alito cattivo e protegge le mucose gastriche riducendo la produzione dell’acido gastrico. È utile inoltre per abbassare la glicemia e per tenere sotto controllo gli stati infiammatori che indeboliscono l’organismo.

I broccoli per depurare

Sono un concentrato di virtù nutrizionali. Contengono infatti minerali come calcio, ferro, fosforo, potassio e magnesio, vitamine come la C, la B1, la B2, fibre solubili e insolubili.

Grazie alla presenza di acido folico e vitamina C sono tra gli ortaggi più utili per potenziare la concentrazione, l’attenzione e la memoria mentre l’alto contenuto di sulforani è prezioso per stimolare la disintossicazione profonda dell’organismo, neutralizzando le sostanze cancerogene e i radicali liberi con un valido effetto protettivo su tutto l’organismo.

Leggi anche

Maqui: il super berry di lunga vita

6 super alimenti che allungano la vita

Mangiare piccante allunga la vita

Conosci i superfood?

Tutte le virtù della curcuma

Una mela al giorno…

La papaya giapponese è il frutto del benessere

Pubblica un commento