Integratori di ferro: i 4 migliori

Ne abbiamo esaminati 12. Scopri i 4 che abbiamo preferito per facilità di assorbimento, tollerabilità e convenienza



192228

Affaticamento, fiato corto, pallore, irritabilità: sono alcuni dei sintomi che compaiono quando i livelli di ferro sono bassi. Se la carenza è tale da determinare un’anemia si ricorre in genere a farmaci con alte dosi di questo minerale. Ma in caso di deficit lievi o temporanei, un aiuto può arrivare dagli integratori alimentari.

Per darti una mano a individuare quelli più adatti ne abbiamo valutati 12, venduti in farmacia, parafarmacia, erboristeria e grande distribuzione. Qui sotto trovi i migliori.


Che cosa abbiamo considerato

Durante il test abbiamo valutato che il minerale fornito fosse facilmente utilizzabile dall'organismo: «Deve essere ben assorbibile, come il ferro pidolato, fumarato, bisglicinato, gluconato, pirofosfato. Inoltre è fondamentale l’aggiunta di vitamina C, che lo rende ancora più assimilabili», spiega il dottor Luigi Torchio, esperto in medicina naturale a Torino. «Altro plus la presenza di vitamina B12, preziosa per la formazione dei globuli rossi, la cui carenza si può associare a quella di ferro».

Positivo inoltre l’inserimento di acido folico (che partecipa alla formazione dell’emoglobina) e altre vitamine del gruppo B (utili per contrastare la stanchezza), così come l’aggiunta di estratti di piante, tanto più se titolati: «Forniscono sostanze che permettono un’integrazione più fisiologica e tollerabile», specifica il dottor Paolo Vintani, della farmacia Alla Madonna di Barlassina (MB).

Importante, infine, la protezione da fastidi come nausea, dolori addominali e diarrea, più frequenti quando si assumono alte dosi di ferro: «Nel caso, meglio preferire compresse a lento rilascio, o formule liquide che si distribuiscono sulla mucosa intestinale e vengono assorbite in modo più soft», dice il farmacista.

Infine, si è tenuto conto del rapporto qualità-prezzo.


ECCO I 4 MIGLIORI INTEGRATORI DI FERRO:

Principium Ferplus Tre-Tard 30 mg di Bios Line; 30 compresse gastroresistenti; 19 €

Il punto di forza. Il rilascio graduale.

Fornisce un alto dosaggio di ferro (30 mg) in compresse gastroresistenti a 3 strati, ognuno dei quali contiene una forma facilmente assorbibile del minerale (bisglicinato, pidolato e fumarato), reso ancora più disponibile grazie all’abbinamento con la vitamina C.
In questo modo si ha un rilascio graduale del ferro, che ne migliora l’assorbimento e la tollerabilità. Indicato per i vegani, è arricchito con vitamina B12 e acido folico.

Assumilo così: una compressa al giorno, con poca acqua o un altro liquido, meglio se a stomaco vuoto.

AxiFerro di Pegaso; 100 compresse; 16,40 €

Il punto di forza. La convenienza. 

Una scatola permette un’integrazione di oltre 3 mesi a un prezzo conveniente, senza andare a scapito della qualità. Abbina ferro gluconato a vitamine C e del gruppo B (B1, B2, B6, B9 e B12), rame (che favorisce il trasporto del ferro) e 2 estratti vegetali: quello titolato di equiseto, rimineralizzante, e di rosa canina, ricco di vitamina C. Inoltre contiene lisina, un amminoacido che aiuta l’assorbimento del ferro a livello intestinale.

Assumilo così: una compressa al giorno, preferibilmente prima dei pasti.

Floradix Ferro e Vitamine di Salus; 250 ml; 18,35 €

Il punto di forza. Gli estratti naturali.

In forma liquida, offre 15 mg di ferro gluconato associato a vitamine C e del gruppo B (B1, B2, B6 e B12).
È costituito per più dell’80% da diversi estratti vegetali acquosi e 10 succhi di frutta concentrati, dall’effetto ricostituente e antifatica. Privo di alcol, coloranti e conservanti, si può assumere in gravidanza e, fra i prodotti esaminati, è l’unico consigliato anche fra 6 e 12 anni.

Assumilo così: da bere 30 minuti prima dei pasti; per gli adulti sono consigliati 10 ml, 2 volte al giorno; nel caso dei bambini, ok a 5 ml, da assumere 2 volte al dì.

Ferrogreen Plus di Specchiasol; 10 flaconcini da 8 ml; 18,50 €

Il punto di forza. La ricchezza di nutrienti.

Ogni flaconcino fornisce 30 mg di ferro di 2 diversi tipi, associati ad acido folico biodisponibile, vitamina C naturale ottenuta dall’estratto secco titolato di rosa canina e B12. A questi ingredienti si aggiungono gli estratti fluidi di ortica, crescione, spinacio e succhi concentrati di mela, carota, barbabietola e albicocca. Indicato durante la gravidanza, contiene anche vitamina D.

Assumilo così: un flaconcino al giorno prima del pasto principale. Avvita il tappo dosatore a fondo per far cadere tutta la polvere nel liquido, agita bene, poi svita e bevi.

IL NOSTRO LAB: Dottor Luigi Torchio, specialista in medicina dello sport ed esperto in medicina naturale, fitoterapia e omeopatia a Torino; Dottor Paolo Vintani, titolare della Farmacia Alla Madonna di Barlassina (MB) e vicepresidente Federfarma Milano.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n° 14 di Starbene in edicolca dal 19 marzo 2019

Starbene Lab

Integratori di magnesio, i 4 migliori

Integratori di vitamina C: i 4 migliori

Vitamina D: i 4 integratori migliori

Walking, le migliori 4 app per allenarti

Mini aspiratutto: i migliori 3

Detergenti eco per i vetri: i migliori 3

I 3 migliori sbattitori elettrici

Le 3 migliori creme per piedi screpolati

I 3 migliori stampi in silicone

I 4 migliori balsami senza risciacquo