IDELT 20CPR 10MG - Effetti indesiderati

IDELT 20CPR 10MG Controindicazioni Posologia Avvertenze e precauzioni Interazioni Effetti indesiderati Gravidanza e allattamento Conservazione

Tranne nel caso della terapia sostitutiva, il trattamento con corticosteroidi implica sempre un sovradosaggio rispetto allo stato fisiologico. Gli effetti collaterali si verificano principalmente durante i trattamenti a lungo termine, ma ciò dipende anche dall’entità della dose e dalla sensibilità individuale. Di seguito vengono riportati gli effetti indesiderati in base alla classificazione per sistemi e organi e alla convenzione sulla frequenza secondo MedDRA.

Classificazione per sistemi e organi Comune (≥1/100, <1/10) Non comune (≥1/1.000, <1/100) Raro (≥1/10.000, <1/1.000) Non nota
Infezioni e infestazioni Aumentata suscettibilità alle infezioni e aumentata gravità delle infezioni, recidiva di infezioni latenti (ad es. tubercolosi)      
Patologie del sistema emolinfopoietico       Leucocitosi.
Disturbi del sistema immunitario       Ipersensibilità, reazione anafilattica.
Patologie endocrine Inibizione della crescita (nei bambini), inibizione della secrezione endogena di ACTH e cortisolo, sintomi cushingoidi.     Crisi correlata a feocromocitoma (vedere paragrafo 4.4). Esacerbazione del diabete mellito.
Disturbi del metabolismo e della nutrizione Ipopotassiemia, ritenzione sodica, aumento di gluconeogenesi, effetti indesiderati catabolici, osteoporosi.     Alcalosi ipokaliemica, aumento dell’appetito, proteine totali anormali.
Disturbi psichiatrici   Attivazione di precedenti disturbi psichiatrici (dosi elevate) Depressione, mania in pazienti senza anamnesi psichiatrica nota. Dipendenza. Disturbi affettivi: irritabilità, umore euforico, umore depresso, labilità affettiva, idea suicida. Disturbo psicotico: mania, deliri, allucinazioni, schizofrenia aggravata. Comportamento anomalo, ansia, disturbi del sonno. Disturbo cognitivo: confusione, amnesia.
Patologie del sistema nervoso     Ipertensione intracranica benigna. Capogiri, cefalea. Papilledema, epilessia.
Patologie dell’occhio   Glaucoma, cataratta nucleare.   Papilledema, corioretinopatia, esoftalmo, assottigliamento corneale, assottigliamento sclerale, infezione oculare virale, infezione oculare fungina.
Patologie dell’orecchio e del labirinto       Vertigini.
Patologie cardiache       Rottura del miocardio (post– infarto), insufficienza cardiaca congestizia.
Patologie vascolari Ipertonia. Trombosi.    
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche       Singhiozzo.
Patologie gastrointestinali       Dispepsia, nausea, vomito, distensione addominale, dolore addominale, diarrea, ulcera esofagea, candidosi, pancreatite acuta. Ulcera peptica con emorragia, ulcera peptica con perforazione.
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo Atrofia cutanea, ritardati processi di cicatrizzazione.     Strie della cute, acne, telangiectasia, iperidrosi, rash, prurito, orticaria, irsutismo.
Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo Mioatrofia.   Osteonecrosi avascolare, rottura dei tendini. Fratture spinali multiple, mialgia, rottura dei tendini.
Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella       Irregolarità mestruali, amenorrea.
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Edema.     Malessere.
Esami diagnostici       Aumento di peso.
Traumatismo, avvelenamento e complicazioni da procedura       Contusioni
Sintomi da astinenza Una riduzione troppo rapida del dosaggio di corticosteroide dopo trattamento prolungato può portare a insufficienza adrenocorticale acuta, ipotensione e morte (vedere Paragrafo 4.4) Può svilupparsi anche una "sindrome da astinenza" con febbre, mialgia, artralgia, rinite, congiuntivite, noduli cutanei pruriginosi e dolorosi e calo ponderale. In alcuni casi, i sintomi da astinenza possono comportare o assomigliare a una recidiva clinica della malattia per la quale il paziente è stato sottoposto a trattamento. Altri effetti collaterali che possono verificarsi durante la sospensione o la modifica della terapia corticosteroidea comprendono ipertensione intracranica benigna con cefalea e vomito e papilledema causato da edema cerebrale. Rinite o eczema latente possono diventare manifesti. Popolazione pediatrica Nella popolazione pediatrica sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati. Ritardo della crescita nell’infanzia, nella fanciullezza e nell’adolescenza. Aumento della pressione intracranica con papilledema (pseudotumor cerebri) dopo la sospensione del trattamento. Per le reazioni psichiatriche nei bambini, vedere paragrafo 4.4 "Reazioni psichiatricheâE._. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione riportato in Agenzia Italiana del Farmaco (sito web: www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili).

Farmaci

BRUNO FARMACEUTICI SpA

IDELT 20CPR 10MG

PRINCIPIO ATTIVO: PREDNISOLONE

PREZZO INDICATIVO: 4,83 €