Dott. Giorgio Donegani

Tecnologo alimentare Giorgio Donegani

Consigliere dell’Ordine dei Tecnologi alimentari di Lombardia e Liguria. Consigliere e già presidente della Fondazione italiana per l’Educazione alimentare



avatar

Dove mi sono formato
Nato a Milano il 21 giugno 1956, mi sono laureato in Scienze delle Preparazioni alimentari all’Università statale di Milano con il massimo dei voti. Successivamente ho integrato i miei studi partecipando a diversi stage di formazione nazionali internazionali, sui temi della nutrizione e della didattica dell’educazione alimentare.

Qualcosa su di me
Negli anni ho articolato la mia attività in diverse direzioni ,che oggi porto avanti parallelamente: la docenza, l’educazione alimentare, la consulenza alle aziende del settore, la divulgazione scientifica. Docente di tecnologie alimentari per il bachelor degree in culinary arts & food service management presso Food Genius Academy, dal 1998 al 2012 ho insegnato Merceologia degli alimenti e Legislazione igienico sanitaria presso il Politecnico del commercio di Milano.
Come membro del comitato tecnico scientifico Scuola e Cibo del MIUR, ho partecipato alla stesura delle linee guida per l’educazione alimentare nella scuola italiana, pubblicate nel 2011 e aggiornate nel 2015. Progetto e realizzo programmi di educazione alimentare a livello nazionale e internazionale, collaborando con istituzioni pubbliche e aziende private. Sono consulente di diverse aziende di produzione alimentare per la messa a punto di prodotti atti a sostenere un sano stile di vita.
Cofondatore nel 2011 della Fondazione italiana per l’Educazione alimentare, ne sono stato presidente e direttore scientifico. Sono membro di diversi comitati e associazioni scientifiche e vengo chiamato a portare la mia esperienza in convegni e congressi a livello nazionale e internazionale. 
Mi piace suonare il flauto dolce barocco e sono appassionato estimatore della pittura fiamminga, in particolare di Pieter Bruegel il vecchio e di Hieronymus Bosch.

Ho pubblicato
Sono autore di oltre 30 libri sui temi dell’alimentazione pubblicati da diverse case editrici. L'ultimo si intitola Genitori a tavola: i dubbi di mamma e papà, edito da Biomedia nel 2018.
Collaboro con diversi giornali sui temi della sicurezza alimentare e della sana alimentazione e partecipo come esperto a trasmissioni televisive (RAI, TV2000, Mediaset) e radiofoniche (Radio 24, Radio Popolare).

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio

( max 100 caratteri )
Dichiaro di aver preso visione, letto e compreso l’Informativa resa da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento EU 679/2016 nonché di aver letto ed accettare espressamente le condizioni di utilizzo del servizio.

Trattamento di Dati appartenenti a Categorie Particolari - Qualora la Sua richiesta contenga dati personali appartenenti a Categorie Particolari di dati personali a norma dell'articolo 9, comma 1 del Regolamento, in quanto idonei a rivelare "l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l'appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all'orientamento sessuale della persona", Lei

Informativa Privacy

Ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Codice della Privacy), la società Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. con sede legale in Via Bianca di Savoia 12, Milano (MI), in qualità di Titolare del trattamento, La informa che i Suoi dati personali saranno trattati, con modalità manuali, informatiche e/o telematiche, al fine di dar seguito alla Sua richiesta inoltrata al Titolare tramite il servizio “Esperti di Starbene”.
Il conferimento dei Suoi dati è obbligatorio per tale finalità in mancanza del quale non sarà possibile per il Titolare fornire un riscontro alla Sua richiesta.
Il Titolare potrà venire a conoscenza di dati sensibili ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d) del Codice della Privacy, ed in particolare dati personali idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.
I Suoi dati sensibili saranno quelli da Lei spontaneamente, liberamente ed eventualmente conferiti e saranno trattati per la finalità di cui sopra nel rispetto delle indicazioni fornite dall’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali ed ai sensi dell’Autorizzazione generale n. 2 “Autorizzazione al trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale” emanata periodicamente dall’Autorità stessa.
I Suoi dati personali saranno trattati da soggetti nominati dal Titolare quali responsabili o incaricati del trattamento.
Il responsabile del trattamento è il responsabile dell’Ufficio Privacy di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. con sede legale in Milano, Via Bianca di Savoia 12, 20122 – Milano e sede amministrativa in Via Mondadori 1, 20090 - Segrate (MI).
I Suoi dati personali potranno essere comunicati a soggetti terzi nominati responsabili del trattamento dal Titolare per la finalità sopraelencata e non formeranno oggetto di diffusione. Lei in qualità di interessato ha diritto di accedere ai propri dati personali, chiederne la rettifica e l'aggiornamento, se incompleti o erronei, oltre alla cancellazione se raccolti in violazione di legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi e specifici ai sensi degli articoli 7 - 10 del Codice della Privacy.
Per esercitare i Suoi diritti, conoscere il nominativo dei responsabili interni ed esterni del trattamento, ottenere informazioni sulle società terze a cui possono essere comunicati i dati personali può rivolgersi scrivendo al Titolare Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. Via Mondadori 1, 20090 - Segrate (MI) o, in alternativa, inviando una e-mail all’indirizzo privacy@mondadori.it.

Ultime risposte

Succo d'uva, che cosa è?

avatar Tecnologo alimentare Giorgio Donegani Dott. Giorgio Donegani

Gentilissima,lo zucchero d'uva si ottiene concentrando il succo d'uva ed è costituito sostanzialmente da una  miscela di saccarosio (il normale zucchero da cucina), glucosio, e fruttosio. Sotto il profilo nutritivo non è migliore del saccarosio e il suo utilizzo nei prodotti "naturali"  è soprattutto un escamotage per indurre i consumatori a pensare che i prodotti siano per l'appunto più "naturali", in realtà l'effetto è equivalente all'aggiunta di normale zucchero. 

Alimentazione sana

avatar Tecnologo alimentare Giorgio Donegani Dott. Giorgio Donegani

Buongiorno, in effetti quella di utilizzare farine di legumi per produrre pasta è ottima, ed è un indirizzo che anche grande marche stanno intraprendendo. In genere si utilizzano farine di legumi miste con farine di grano e questo consente di avere dei vantaggi anche sul piano nutritivo perché miscelando legumi e cereali si alza la qualità delle proteine presenti nella pasta.Complimenti per l'iniziativa. Nel caso desiderasse parlarne direttamente le lascio la mia mail personalegiodoneg@gmail.comla saluto cordialmenteGiorgio Donegani

Peperoncino sott'olio

avatar Tecnologo alimentare Giorgio Donegani Dott. Giorgio Donegani

Buongiorno, in effetti se il coperchio era concavo e dopo l'apertura è tornato piano, significa che all'interno del contenitore si era creato certamente il vuoto. Mi viene da pensare che  il fruscio che ha sentito sia imputabile ad aria in entrata e non in uscita. Per quanto riguarda il fatto che l'olio si sia intorbidito, è assolutamente normale che succeda dopo un trattamento al calore in presenza di altri ingredienti. E' possibile che con il tempo torni limpido.Rispetto al riempimento del vasetto, può anche riempire il vasetto con i peperoncini ben oltre la metà. l'importante è che l'olio li ricopra interamente e che riempiendo non si lascino bolle d'aria nel prodotto, mentre deve rimanere uno spazio vuoto di circa un cm sotto il tappo, prima di procedere alla sterilizzazione in acqua bollente per almeno mezz'ora.Il consiglio è di  richiudere ora il vasetto, con un coperchio nuovo, e procedere a una nuova sterilizzazione per maggiore tranquillità.