Infertilità di coppia

Buongiorno dottore, sono una ragazza di 28 anni e da 9 mesi sto cercando una gravidanza, ma senza successo. Il mio compagno (32 anni) mesi fa ha effettuato lo spermiogramma ed é risultato tutto nella norma. Riguardo me, tramite ecografie ed esami del sangue ormonali, é risultato ovaio micropolicistico (con cicli mestruali dai 35 ai 45 gg) e anovolutori a mesi alterni. Da 4 mesi sto assumendo il Clomid dal 4°al 8° gg del ciclo + Gonasi al 12°/13° gg del ciclo. Ammetto che qualcosa fanno, cioè il ciclo si è regolarizzato (28/29gg), ogni mese ovulo correttamente, anzi ho doppia ovulazione, ma ancora niente gravidanza. Il mio ginecologo mi ha detto di aspettare l'anno di tentativi e dopo eseguire l'esame delle tube per capire quale sia il problema e, qualunque sia il risultato, dato il mio forte desiderio di maternità, si potrebbe fare l'inseminazione in vitro (me la farebbe lui in studio) e dovrei rimanere incinta subito. Il suo discorso in parte mi ha rasserenata, ma ho anche molte domande in testa, ovvero se fosse così semplice come dice, come mai ci sono tantissime coppie che vanno nei centri d'infertilità ed aspettano anni prima di riuscire ad avere un bambino? É perché vanno il centri pubblici e quindi hanno liste d'attesa lunghe? É perché hanno problemi maggiori rispetto a quello che, forse, potrei avere io cioè le tube chiuse? La ringrazio in anticipo per la risposta. Cordiali saluti

La risposta

avatar Ginecologia Dott. Nico Naumann

 In caso non ci siano ostacoli o patologie dovrebbe rimanere incinta nell’arco di un anno. Mi sembra opportuno  l’esclusione di infezioni da Clamidia e Micoplasma  e il controllo della pervietà delle tube sottoponendosi ad una stimolazione .Giustamente può in seguito usare metodi più promettenti ma seguirei il consiglio di prendersi il tempo di un anno .

Domande correlate

Aiuto!

avatar Ginecologia Dott.ssa Barbara Bonazzi

Già risposto

Vedi tutta la risposta

Aiuto!

avatar Ginecologia Dott.ssa Barbara Bonazzi

Già risposto

Vedi tutta la risposta

Aiuto!

avatar Ginecologia Dott.ssa Barbara Bonazzi

Ovviamente non si può dire così di cosa si tratta, se diventa molto doloroso potrebbe essere un herpes, magari invece si tratta di un’infezione da Candida.Però questi sudori fanno pensare...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio