hero image

Capelli: come funzionano i trattamenti alla cheratina

Non più abbinata a sostanze pericolose, la cheratina è diventata il primo ingrediente dei trattamenti ristrutturanti e liscianti per i capelli. Ecco perché funziona

Stock




È l’ingrediente superstar dell’ultima generazione di prodotti per ristrutturare i capelli. Shampoo, condizionatori, maschere da usare a casa e trattamenti specifici da fare in salone: tutto l’haircare più di tendenza è a base di cheratina.

«Si tratta di una sostanza prodotta dall’organismo, presente in unghie e capelli», spiega il cosmetologo Umberto Borellini. «Riprodotta nei laboratori di materie prime con il nome “keratin”, è una molecola fibrosa biocompatibile formata da tanti piccoli mattoncini, gli aminoacidi e in particolare la cisteina, che si distendono sulla struttura del capello chiudendo le squame», continua il cosmetologo. «L’effetto è simile a quello dell’impregnante per le barche: rimette a nuovo la chioma».


La formaldeide non c’è più

Nota da decenni per il suo potere ristrutturante, la cheratina era caduta in disuso perché abbinata alla formaldeide, che da un lato la sosteneva nel compito di chiudere le squame ma dall’altro, essendo potenzialmente cancerogena, era pericolosa per la salute.

La nuova ondata di detergenti e ricostituenti per capelli vede invece la cheratina abbinata a eccipienti naturali. C’è anche la versione in polvere che si può applicare direttamente sulla testa per ottenere un immediato effetto volumizzante, che dura fino al lavaggio successivo.


I trattamenti dal parrucchiere

La ricostruzione: «Molto gettonata, la ricostruzione a base di cheratina è ideale per le chiome sfibrate da sole, mare, cloro e vento, ma anche da tinture e dall’aria troppo calda degli asciugacapelli, si applica sulla testa bagnata, si tiene al caldo sotto le lampade per una decina di minuti, si massaggia e si risciaqua», dice l’hair designer Antonia, proprietaria del salone Mastromauro Hair Stylist and Beauty di Milano. «In mezz’ora le squame sono sigillate e il fusto ritorna integro. Il risultato dura da 20 giorni a tre mesi, poi si deve ripetere il trattamento, che costa dai 40 ai 100 euro».

Il trattamento lisciante: è tornato in auge anche il trattamento lisciante alla brasiliana. «Si applica la cheratina sui capelli lavati, si copre con una pellicola e si tiene in posa per 20-30 minuti, poi si asciuga la testa e si passa la piastra», racconta Gregory Eymieu del salone San Babila 4C di Milano. «Il risultato è una chioma a specchio». Il costo è elevato, dai 120 ai 500 euro, ma l’effetto è per sempre, basta solo trattare la ricrescita ogni 5-6 mesi.


La dieta che ravviva la chioma

«Mangiare la cheratina non servirebbe a niente, in quanto indigeribile», assicura il cosmetologo Umberto Borellini. «Per i capelli è utile seguire una dieta ricca di proteine nobili (come carne, uova e formaggi) e di aminoacidi solforati, caratterizzati dalla presenza di un atomo di zolfo nella loro struttura, per esempio metionina e cisteina», continua.

«Tra i vegetali il super cibo per una capigliatura fluente e luminosa è la cipolla, perché ad altissimo contenuto di zolfo».


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 35 di Starbene in edicola dal 17/8/2017



Leggi anche

Capelli: la beauty routine dopo l’estate

Capelli brillanti con il bicarbonato

Capelli fini: come curarli

Capelli: le soluzioni anticaduta

Capelli, i consigli per rimetterli in forma dopo l'estate

Sole: anche i capelli vanno protetti