hero image

Zenzero, una spezia preziosa

Ricco di antiossidanti, oli essenziali e vitamine è un ottimo antinfiammatorio e antiage. Scopri tutte le sue proprietà

credits: istock



di Valeria Ghitti



Lo zenzero è una pianta di cui consumiamo il rizoma, cioè la radice, nella quale si concentrano le sostanze nutritive. «Nodoso e bitorzoluto, fresco lo trovi in vendita generalmente intero, con la scorza (detto zenzero grigio anche se appare di colore beige) o già decorticato (bianco)» dice Lorenzo Bazzana, responsabile Ortofrutta di Coldiretti. «Il primo si conserva più a lungo, anche 3 settimane, in frigo, avvolto nella carta». È molto ricco di potassio (415 mg per etto) e fornisce vitamina C (5 mg per etto) e 80 calorie.


Toglie la nausea

Ricco di antiossidanti, mucillagini, resine, oli essenziali, oltre che sali e vitamine, lo zenzero deve gran parte delle sue proprietà benefiche al gingerolo, responsabile anche del tipico sapore pungente e piccante. «È nota, in particolare, la sua azione contro la nausea, sia quella causata da cure chemioterapiche, sia quella da cinetosi, cioè il mal d’auto o il mal di mare» spiega la dottoressa Anna D’Eugenio, medico nutrizionista.

Per stare meglio basta masticare un pezzetto di radice durante il viaggio o sorseggiare una tisana quando avverti gli attacchi. Funziona bene anche in caso di nausea gravidica, a patto di non esagerare con le quantità. «Aggiunto ai cibi, velocizza la digestione e riduce la formazione di aria nell’intestino», sottolinea l’esperta.


Spegne la gola in fiamme

Se soffri di mal di gola, succhia un pezzetto di zenzero, per calmare i sintomi. «È un ottimo antinfiammatorio, che puoi sfruttare anche con una tisana fatta con buccia di limone, zenzero fresco grattugiato e un pezzettino di peperoncino, ma non a stomaco vuoto se soffri di gastrite, perché aumenta la produzione di succhi gastrici», avverte la nutrizionista. E se vuoi una pelle giovane, aromatizza i tuoi piatti con questa spezia, perché è fonte di antiossidanti che contrastano i radicali liberi.


Fresco o essiccato?

Venduto di solito intero, lo zenzero fresco ha aroma pungente e sapore intenso. Ottimo da mangiare a pezzetti, ma anche grattugiato, centrifugato o candito. Altrimenti lo trovi anche in polvere. Costa meno e si conserva più a lungo del fresco, ma ha gusto più leggero. È ideale nella preparazione di tisane.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n.17 di Starbene in edicola dal 12/04/2016



Leggi anche

Sedano: le proprietà e i benefici

Timo, un'erba salutare

Patate: i benefici per la salute

Avocado, il nuovo pomodoro

Soia: come gustarla al meglio