hero image

Lenti a contatto colorate: le possono usare proprio tutti?

Sono sempre più diffuse, ma per usarle servono delle accortezze. Ecco i consigli degli esperti

credits: istock



di Ettore Destro, responsabile oculistica Iccs Istituto clinico Città Studi di Milano


L’effetto estetico delle lenti a contatto colorate indossate da alcune famose attrici e modelle (Naomi Campbell in testa) invoglia certamente all’acquisto. Oggi poi sono molto diffuse anche le lenti colorate che permettono di correggere i difetti visivi.

In linea di massima non ci sono controindicazion al loro uso. Ma servono delle accortezze in più, legate al fatto che queste lenti sono dotate di una retina di colore che riduce un po’ il passaggio dell’ossigeno. Quindi, si deve fare attenzione a non indossarle per più delle canoniche 8 ore.

Attenzione soprattutto a toglierle prima di dormire: non poche persone se le dimenticano, rischiando di avere poi problemi all’epitelio oculare. Meglio evitare anche i liquidi detergenti che contengono perossido, perché possono schiarire il colore delle lenti.

Chi non le ha mai messe, anche se non ha problemi visivi, dovrebbe fare prima una visita oculistica perché occorre essere sicuri di avere una buona lacrimazione. L’ottico poi darà consigli sul tipo di lente colorata ideale. 



Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 29 di Starbene in edicola dal 4/7/2017

Leggi anche

Vista: le virtù dei nuovi laser

Glaucoma: che cos'è, sintomi e cure

Miopia, le soluzioni e come prevenirla

Lenti a contatto notturne per curare miopia e astigmatismo

Proteggi la vista a tavola