A A

Sport invernali: la stagione è (quasi) aperta

L’inverno è alle porte così come il debutto degli sport invernali: e tu cosa scegli tra snowboard, sci alpino, sci di fondo e pattinaggio su ghiaccio?



0

Sci, snowboard e pattinaggio sul ghiaccio sono solo alcune delle attività che rientrano all’interno del gruppo degli sport invernali, ovvero di quelle discipline praticabili su ghiaccio o su neve, tradizionalmente praticate durante il periodo invernale.

Ricordando sempre di tenere in considerazione il livello di preparazione fisica personale nonché di prestare la dovuta attenzione all’abbigliamento e all’equipaggiamento necessari, scopri virtù e benefici di alcuni tra i più conosciuti sport invernali, e scegli quello più adatto a te!


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Sci di fondo

Nato secoli fa dall’esigenza dei popoli nordici e asiatici di procurarsi del cibo anche in presenza di spesse coltri di neve, lo sci di fondo è uno sport invernale che permette, grazie all’impiego di sci e bastoncini, di “camminare” su territori pianeggianti innevati.

Dal momento che prevede una sessione di attività fisica prolungata, lo sci di fondo può essere considerato uno degli sport più efficaci per aumentare la resistenza e per bruciare calorie (il dispendio energetico è infatti stimato in 500-640 calorie all’ora).

La pratica di questa attività sportiva permette inoltre di tonificare i muscoli di cosce, glutei e braccia (sia bicipiti che tricipiti), anche se è possibile focalizzare il lavoro su specifici distretti muscolari, variando la tecnica di avanzamento.

Sci alpino

A differenza dello sci di fondo, lo sci alpino prevede che l’avanzamento sulla neve venga attuato scivolando verso valle su di un pendio montano, solitamente all’interno di percorsi ben definiti (le piste) e dotati di impianti di risalita.

I gruppi muscolari maggiormente utilizzati durante la pratica di questa attività sportiva concernono i muscoli posteriori della coscia, i quadricipiti, le anche, la schiena e l’addome.

Oltre ad un elevato dispendio energetico (360-570 calorie all’ora), lo sci alpino è uno sport che permette di migliorare l'equilibrio, la flessibilità e la forza di gambe e schiena.

Snowboard

Anche lo snowboard permette di scivolare sulla neve sfruttando un pendio, ma a differenza dello sci alpino, prevede l’utilizzo di una tavola dall’anima in legno a cui vengono ancorati entrambi i piedi.

Praticando lo snowboard è possibile ottenere eccellenti benefici a livello cardiovascolare, bruciare circa 480 calorie all’ora e tonificare in particolare i muscoli di polpacci, cosce e addome, quest’ultimo un distretto fondamentale per mantenere l’equilibrio.

Pattinaggio su ghiaccio

Il pattinaggio su ghiaccio è un attività fisica a basso impatto (a meno che non si decida di passare tutta la sessione di allenamento saltando) che permette di rafforzare i muscoli della parte bassa del corpo, ovvero fianchi, cosce, quadricipiti e polpacci.

Grazie all’impiego di appositi pattini forniti di lame che consentono di scivolare sul ghiaccio, questa attività sportiva permette inoltre di migliorare l’equilibrio, la flessibilità e l’agilità, tutti fattori che migliorano esponenzialmente con una pratica costante e duratura.

Hockey su ghiaccio

Se sei un’amante degli sport di squadra, l’hockey su ghiaccio potrebbe rivelarsi la scelta perfetta per te.

Disputato su di un campo ghiaccio, dove i pattinatori devono indirizzare un disco nella porta della squadra avversaria tramite l’impiego di un bastone ricurvo, l’hockey su ghiaccio è uno sport decisamente popolare nelle nazioni dal clima più rigido, dove è possibile sfruttare la copertura naturale di ghiaccio in ambienti esterni, peraltro lo stesso motivo per cui, a livello italiano, l’Alto Adige è l’area del Belpaese dove l'hockey risulta avere maggior popolarità e seguito.

Oltre ai benefici fisici (che riguardano nello specifico l’aumento della resistenza, della forza e della flessibilità, nonché il miglioramento della capacità di coordinazione), l’hockey permette di ottenere importanti risultati sia a livello personale, con l’aumento dell’autostima e della fiducia in sé stessi, sia a livello relazionale, dal momento che i giocatori imparano a lavorare in gruppo verso un obiettivo comune, a sviluppare la capacità di comunicazione e di ascolto, e a maturare il rispetto verso l'autorità e le regole.

Unica peculiarità da tenere in considerazione? Il contatto fisico talvolta alquanto “deciso”.

Leggi anche

Sport: come proteggersi dalla pioggia

Correre d'inverno

Sport in versione indoor

A tutto sport

Come scegliere lo sport più adatto a te?

I 10 sport più strani al mondo

La palestra non ti piace? Ecco le alternative

Pubblica un commento