A A
hero image

La solitudine è dannosa come 15 sigarette al giorno

Se ti isoli o hai relazioni solo sui social, il corpo si indebolisce e anche la mente è meno brillante

iStock



0

Stare sempre soli e sostituire i rapporti umani con gli scambi su Facebook&Co. è dannoso per la salute come fumare 15 sigarette al giorno. È la tesi di un gruppo di ricercatori della Brigham Young University che hanno verificato una serie di effetti a catena della solitudine sul nostro organismo: squilibri ormonali, malumore e, di conseguenza, maggiore vulnerabilità a infezioni e malattie, come pressione alta e insonnia.

E se con bassi livelli di socializzazione il corpo s’indebolisce, anche la mente è meno “brillante”. «Non mi stupisce questa scoperta», commenta la dottoressa Katia Vignoli, psicoterapeuta. «Quando ti isoli o stai troppo poco con gli altri, chiudi tutte le porte dell’intelletto e i tuoi pensieri ristagnano. Esattamente come l’aria in una stanza se non apri mai le finestre. Le relazioni vere, quelle “in carne e ossa” (ossia, ci si vede, si parla, si fa qualcosa insieme), invece, sono uno scambio reciproco di parole, idee, emozioni, che hanno il potere di trasformarti: dopo una chiacchierata con un amico, un collega, un vicino di casa tu non sei più la persona di prima. Il contatto umano ha innescato una scintilla mentale: un punto di vista diverso, una riflessione inedita, un consiglio strategico che a te non veniva. In altre parole, ti si accende il pensiero creativo, che aumenta la qualità (e la quantità) del tuo ragionamento».

Niente più pause pranzo da soli, perciò. Davanti al tuo piatto e, con la sola compagnia, di uno smart phone o dell’Ipad. «Nella relazione virtuale, non c’è crescita personale. Si condivide solo quello che si vuole fare vedere di se stessi. Un mondo finto e, soprattutto statico, dove tutto è diretto dalla tua razionalità e dall’obiettivo che hai in testa», conclude la dottoressa Vignoli. «Sterile perché manca l’interazione fisica con l’altro, quel contatto di pelle che, attraverso la pelle, lo sguardo, i gesti dell’altro, dice molto di più di mille parole. E che ti permette di entrare nel mondo delle emozioni, che ti porta energia mentale e fisica».


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Depressione: una testimonianza per capirla

Depressione: quando chiedere aiuto?

Si può prevenire la depressione?

Depressione: come guarire con lo sport

Pubblica un commento