A A

I rimedi più efficaci contro la ritenzione idrica

Dalle piante drenanti ai cibi consigliati, passando per quelli da eliminare: ecco i consigli per combattere la ritenzione idrica, ovvero il famigerato ristagno dei liquidi



0

Se la tua linea è appesantita nonostante tu sia convinta di aver perso i kg di troppo, è molto probabile che la colpa sia della ritenzione idrica. E così ti ritrovi con gambe, glutei e pancia più rotondi di quello che vorresti.

Il ristagno di liquidi nei tessuti che provoca gonfiore e facilita altri inestetismi, come la celluliteLiberati allora di tutta l’acqua che hai inutilmente addosso e che, come il grasso, fa impennare l’ago della bilancia.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

RIDUCI L'APPORTO DI SALE

Non si tratta solo di condire gli alimenti con poco sale, ma anche di eliminare i cibi che contengono sale nascosto. Se vuoi veramente combattere la ritenzione idrica, elimina affettati, formaggi di ogni tipo, pane, cracker, grissini, fette biscottate e tutti gli altri prodotti da forno, cibi in scatola, patatine e snack simili. I risultati sono garantiti.

INTEGRA LA DIETA CON QUESTE ERBE

- Tarassaco: le foglie, ricche di flavonoidi, sali di potassio e sostanze amare possiedono attività diuretica.

- Carciofo: le sue infiorescenze contengono numerosi principi attivi come cinarina, flavonoidi, acidi organici, tannini, sali di potassio e magnesio, glucosidi, vitamine B e C ed inulina che gli conferiscono azione depurativa, diuretica e sgonfiante fondamentale per contrastare la ritenzione idrica.

- Pilosella: ricca di cumarine, flavonoidi, triterpeni e tannini, è una pianta dotata principalmente di una potente azione diuretica che le consente di aumentare il volume delle urine in modo da contrastare gli inestetismi della cellulite, il gonfiore alle caviglie, l'edema degli arti inferiori e quindi la ritenzione idrica alimentare.

- Ortosiphon: ricco di saponine, vitamine, flavonoidi, sali minerali (in particolare sali di potassio) e sesquiterpeni (contenuti nel suo olio essenziale) ricavati dalle foglie, è una pianta che vanta ottime proprietà diuretiche poiché elimina facilmente il cloruro di sodio e quindi anche la ritenzione idrica.

- Betulla: ricca di flavonoidi, tannini, glicosidi salicilici, saponine, ossidi sesquiterpenici, acido betulinico, vitamina C, resine e olii essenziali, ricavati da foglie e corteccia, è un'ottima pianta fitoterapica utilizzata per le sue proprietà diuretiche e depurative.

AUMENTA IL CONSUMO DI CIBI RICCHI DI POTASSIO

Il potassio è il minerale antagonista del sodio ed essenziale nella regolazione dei liquidi corporei. Stimola la diuresi, contribuisce all’eliminazione di sodio e regola il controllo della ritenzione idrica.

Lo trovi in: kiwi, banane,melone, anguria, albicocche, patate, spinaci, finocchi, fagioli, fave, piselli, sardine, sgombri, merluzzi, petto di pollo e di tacchino, mandorle, noci e nocciole.


BEVI PIU' ACQUA

Per combattere la ritenzione idrica la quantità giusta è almeno 2 litri: aiuta a "diluire" il sodio in eccesso, responsabile del gonfiore.

Per un'azione più efficace, acquista le acque iposodiche.

Combatti la ritenzione idrica con il caffè

Le 6 tisane sgonfianti più efficaci

Gambe: le strategie antigonfiore

Pubblica un commento