hero image

Coppia: i 7 segreti per far durare l’amore

Sale il numero dei divorzi. Eppure, dicono gli esperti, la ricetta giusta per fare durare l’amore a vita c’è. Eccola

Foto: iStock



L'amore eterno, che dura tutta la vita, è il sogno un po’ di tutti. Poi però la realtà è diversa e oggi le relazioni sono ben più effimere del “vissero per sempre felici e contenti” delle favole: capitano più spesso storie come quella del protagonista di Donne smarrite, uomini ribelli di Paolo Bianchi (Cairo), che passa da una relazione all’altra faticando a costruire un rapporto solido e duraturo in una società sempre più liquida, dove i sentimenti si sfilacciano alla velocità della luce.

Pure l’Istat ha certificato il cambio di passo delle coppie: dal 1991 al 2018 i divorzi sono quadruplicati ed è boom di separazioni perfino dopo l’età della pensione. Gli over 65 che si lasciano oggi sono il doppio rispetto agli anni ‘90.

«Spesso è proprio la donna ad andarsene quando i figli sono grandi, per riprendersi la sua vita», osserva la psicologa Umberta Telfener, autrice di La manutenzione dell’Amore (Castelvecchi). Il mondo è molto cambiato e i matrimoni ora, complice l’aumento dell’aspettativa di vita, potrebbero durare più di mezzo secolo: riuscire a essere felici insieme tutto questo tempo non è per nulla facile».

Qualcuno ne ha l’abilità e per sottolineare l’eccezionalità della faccenda, parecchi Comuni in tutt’Italia festeggiano ogni anno i residenti che tagliano il traguardo dei 50, 60 o perfino 70 anni di matrimonio: a Milano, a ottobre, erano poco più di 3600 coppie. Ma come ci si arriva, c’è una “ricetta” giusta?


Le fasi dell’amore

«Tolstoj diceva che le famiglie felici si somigliano tutte, ma non è così: ogni relazione che resiste ha trovato il suo modo per tenere duro e superare le inevitabili crisi», dice Telfener.

«Tutti gli amori attraversano tre fasi: la prima dell’illusione, in cui tutto è meraviglioso; la seconda, inesorabile, della disillusione di fronte alle prime prove della vita, dall’arrivo dei figli alla routine della convivenza. Non tutti resistono, chi ce la fa arriva alla terza fase, la ri-contrattazione, in cui il rapporto continua grazie a una continua manutenzione».

Perché anche l’amore più grande non va avanti da sé, serve un lavoro certosino per mantenerlo in vita. Eccolo.


  • 1 Rispettarsi


«Significa, per esempio, non lavare i panni sporchi della propria relazione con le amiche o almeno non spifferare tutti i segreti di coppia: bisogna sempre rispettare l’altro», dice la psicologa.

«Questo significa anche avere comprensione reciproca dei bisogni: nelle coppie che funzionano nessuno dei due si piega sempre alle necessità dell’altro ma c’è collaborazione e, per esempio, lui non si piazza sul divano se anche lei è appena rientrata dall’ufficio, ma la aiuta in cucina.


  • 2 Parlare


Condividere esperienze e sensazioni, ogni giorno, aiuta a cementare un rapporto.

Perché non bisogna mai dimenticare i propri bisogni e responsabilità o focalizzarsi soltanto sull’altro, sui suoi desideri e le sue colpe: «Serve un dialogo aperto e franco, in cui entrambi parlino di sé dandosi spazio reciproco», osserva l’esperta.


  • 3 Impegnarsi (ed essere ottimisti)


Spiega Telfener: «Non si può vivere in bilico, minacciando il partner di andarsene ogni volta che qualcosa non va: se vogliamo che la relazione duri non va messa in discussione a ogni difficoltà, occorre invece impegnarsi in concreto perché gli ostacoli non si ripresentino. Chi resiste è anche ottimista: le coppie durature vedono sempre il bicchiere mezzo pieno e non ricordano questi momenti di crisi, ma sottolineano solo quel che c’è di positivo nel rapporto, dalla fiducia all’amicizia».


  • 4 Non diventare nemici


Capita a tanti: anziché sentirsi sulla stessa barca, ognuno si sente “prigioniero” dell’altro, trattenuto in una storia che non vuole, e diventa ostile.

A quel punto la parola fine è a un passo: «Bisogna monitorare il rischio che lui diventi un nemico e disinnescarlo, fermandosi a riflettere e chiedendoci perché noi vogliamo restare nel rapporto», consiglia la dottoressa Telfener.


  • 5 Ricontrattare


La vita cambia, i desideri anche: riconoscerlo è indispensabile e l’obiettivo è contrattare una nuova quotidianità continuando ad avere progetti comuni, anche quando tutto è diverso perché per esempio i figli se ne sono andati di casa.

Da un hobby da seguire insieme a una lingua da imparare in due o i viaggi, il “trucco” per durare è camminare accanto nella stessa direzione, nonostante i mutamenti inevitabili con gli anni.


  • 6 Agire


Per mantenere vivo l’amore servono anche gesti che lo dimostrino: scambiarsi tenerezze, chiudere un occhio sui difetti, non lesinare i complimenti, far vedere tutta la stima che proviamo per l’altro serve a una buona manutenzione della coppia.

Perché non bisogna mai dare per scontato che l’altro sappia che continuiamo ad amarlo.


  • 7 Avere una prospettiva


Per durare bisogna crederci fin dall’inizio. «Le coppie resistenti si scelgono con convinzione pensandosi insieme per la vita», conclude la psicoterapeuta.

«Poi, cercano di trovare la giusta distanza: l’equilibrio è diverso per ogni relazione, ma è sempre essenziale sentire di realizzare se stessi nel rapporto, senza fondersi con l’altro. Tenendo le orecchie dritte per capire i segnali di malessere: la mancanza di dialogo, la noia in due, la voglia di stare sempre di più con gli amici anziché con lui sono tutti indizi da non ignorare, interrogandosi e provando a ricucire».


Le due facce della resilienza

E tu che monogama sei? Chi resiste in una relazione senza mai un cedimento è una monogama di granito, ma davvero non capita a molte. Perché oggi, come spiega la psicologa Umberta Telfener, la monogamia è di due tipi e solo una porta (forse) a rimanere sempre con lo stesso uomo.

↘ La monogama seriale. Non riesce a tradire, ad avere un amante. È quindi profondamente monogama, ma spesso lo è a termine: ha relazioni anche molto durature, ma prima o poi finiscono perché passa a un altro partner a cui essere fedele. Senza però riuscire a vivere una vita intera con lo stesso uomo.

↘ La monogama flessibile. Lei può farcela, può tagliare il traguardo delle nozze d’oro, soprattutto se anche lui è un monogamo flessibile, se cioè entrambi hanno avuto qualche momento di “distrazione”, anche solo mentale.

«Non è necessario confessare, l’importante è avere sempre rispettato l’altro: in questi casi la coppia può recuperare anche un tradimento. E durare a lungo», dice la psicologa.


Film e libri che insegnano 

Se nella vita non abbiamo incontrato il partner giusto, almeno possiamo sognarlo guardando film su amori eterni e relazioni che sfidano il tempo.

Anche se va detto che al cinema, da Love Story a Ghost, da I ponti di Madison CountyIl curioso caso di Benjamin Button, gli amori senza fine per qualche motivo sono sempre travagliati: durano una vita, ma spesso nel cuore dei protagonisti e non certo nella quotidianità del salotto di casa.

Così, se si è in cerca di consigli per mantenere viva la propria relazione, meglio leggere libri che possano dare qualche dritta giusta come La scienza delle coppie che durano. Resistere alla prova degli anni di Werner Bartens (Feltrinelli, 9 €) o L’arte di amare. Il grande amore erotico che dura di Francesco Alberoni (Sonzogno, 12 €) .


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato nel n° 4 di Starbene in edicola dall'8 gennaio 2019

Leggi anche

Il segreto delle coppie più felici? Condividere

Migliora la vita di coppia con la meditazione

Crisi di coppia? Cucinate insieme