hero image

Acido ialuronico: a cosa serve?

Che cos’è l’acido ialuronico? E quali sono i casi in cui è impiegato come rimedio per il benessere e la bellezza?

Shutterstock



di Margherita Monfroni


L'acido ialuronico è una sostanza naturalmente presente nel corpo umano, localizzata nello specifico all’interno del tessuto connettivo, ovvero in quel tipo di tessuto strutturale che compone tra gli altri la cartilagine, le ossa, la dentina e il tessuto adiposo.

Le più alte concentrazioni di acido ialuronico nel corpo umano sono localizzate nell’umor vitreo (ovvero la massa gelatinosa contenuto nell’interno dell’occhio) e nelle articolazioni.


A cosa serve

Le possibilità di impiego dell’acido ialuronico riguardano sia l’ambito medico, dove viene utilizzato in qualità di trattamento (per esempio in presenza di problemi articolari, interventi chirurgici all’occhio e cura di lesioni della pelle), sia quello estetico, dove viene invece impiegato come filler per volumizzare le labbra, distendere le rughe, rimodellare seno e corpo e correggere altri tipi di inestetismi.

Nello specifico, è comprovata una certa efficacia dell’acido ialuronico in caso di:

- cataratta, quando viene iniettato nell’occhio durante l’intervento chirurgico;

- afte in bocca; risulta efficace se viene applicato sulle lesioni sotto forma di gel;

- invecchiamento della pelle; alcune ricerche suggeriscono che l’infiltrazione di un prodotto a base di acido può contribuire a ridurre le rughe d’espressione per circa un anno;

- artrosi; può risultare efficace come trattamento per la rigidità e il dolore alle articolazioni quando iniettato nella sede colpita da artrosi.

Altri ambiti di applicazione comprendono il trattamento dell’occhio secco e la cura di ferite e ustioni cutanee.


Controindicazioni

L'acido ialuronico è tendenzialmente sicuro quando viene assunto per via orale, applicato direttamente sulla pelle, oppure iniettato da parte di un professionista esperto. Raramente causa reazioni allergiche.

Se durante la gravidanza, generalmente può essere somministrato per via iniettiva ma è bene evitarne l’assunzione per bocca o l’applicazione cutanea in quanto non sono del tutto noti gli effetti che potrebbe avere, è bene invece evitare del tutto l’assunzione di acido ialuronico durante l'allattamento al seno, poiché la ricerca scientifica non dispone ancora di tutte le informazioni utili a chiarire gli effetti di questa sostanza sul latte materno e sul neonato.

In ogni caso, qualora vi fossero dei dubbi, è sempre consigliabile il consulto medico.

Leggi anche

Curare l’herpes con l’acido ialuronico

Correggere il naso con acido ialuronico e botulino

Dalle ferite alle scottature, tanti problemi, un solo rimedio: l’acido ialuronic...