Allergia persistente

Gentile dottore, da circa 20 anni - tra aprile e giugno - soffro di allergia stagionale (sàlsola – chenopodiacee). Di solito dura 7-10 giorni, ma quest’anno persiste. E’ cominciata il giorno 5 maggio e ancora non va via. Dopo una quindicina di giorni, avevo smesso ma, dopo due giorni, ho dovuto riprendere l’antistaminico (Kestine liofilizzato. Altri antistaminici contengono lattosio, al quale sono intollerante e qualche volta Clenil spray) Si manifesta con starnuti, naso che cola e mal di gola (per il quale uso Froben Spry e pastiglie al miele). Come mai dura così tanto? C’è qualcos’altro che potrei assumere per porre fine ai fastidi? Grazie

La risposta

avatar Allergologia - Franco Marchetti Dott. Franco Marchetti

Gentile lettore,la spiegazione più probabile del fatto che quest’anno i suoi sintomi durano più a lungo è che abbia sviluppato un’allergia nei confronti di altre piante, pur non potendo escludere che, a causa del clima, la fioritura quest’anno si sia prolungata più del solito. Per quanto riguarda la terapia direi di proseguire con il kestine, ma le suggerisco di rivolgersi al suo medico che potrà valutare se prescriverle altri farmaci ed eventualmente nuovi test allergologici per verificare la comparsa di nuove allergie. Cordiali saluti Franco Marchetti 

Domande correlate

Vaccino

avatar Allergologia - Franco Marchetti Dott. Franco Marchetti

Gentile lettore,è corretto ciò che le ha dettoto l’allergologa: se I sintomi peggiorano e non sono controllati dalla terapia sintomatica si può pensare al vaccino che però presuppone...

Vedi tutta la risposta

Shock anafilattico

avatar Allergologia - Franco Marchetti Dott. Franco Marchetti

Gentile lettore,capisco il suo timore e che voglia fare gli accertamenti al più presto. Per quanto riguarda i prick test (in primo luogo per gli alimenti) prima di eseguirli deve aver sospeso la...

Vedi tutta la risposta

Assunzione bentelan cp

avatar Allergologia - Franco Marchetti Dott. Franco Marchetti

Gentile lettore,direi che il cortisone può essere utile in caso di necessità, purché si rivolga al più presto al suo medico che potrà valutare l’effettiva indicazione al suo impiego e...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio