hero image

Labbra: come proteggerle da sole, vento, aria condizionata

Sole, vento, aria condizionata, ma anche il tempo che passa. I nemici del sorriso sono tanti. Ma le armi per sconfiggerli ci sono. Eccole

credits: iStock




Un bel rossetto valorizza la tintarella e illumina tutto il viso ma deve essere applicato su una bocca morbida e curata. Ecco allora la beauty routine da seguire quando fa più caldo, in base alla forma e alle caratteristiche delle tue labbra.


Se sono secche e screpolate

«Le mucose labiali sono sprovviste di strato corneo, la barriera protettiva dell’epidermide, e di ghiandole sebacee», spiega Magda Belmontesi, esperta di dermatologia estetica e dermocosmetologia. «Il sole, l’afa, l’aria condizionata le inaridiscono. Risultato: labbra che tirano, secche, che si screpolano. Per mantenere un livello di idratazione costante, bevi molto, sfruttando anche la frutta ricca di acqua come angurie, pesche e meloni, e usa prodotti specifici emollienti e idratanti».

Il jolly è il balsamo in stick: apporta oli e burri vegetali, glicerina e vitamine, che ammorbidiscono, aiutano a trattenere l’acqua e formano un sottile film protettivo. «Usalo anche prima di truccarti: lascialo assorbire e rimuovi l’eccesso con una velina», suggerisce Rossano De Cesaris, make up artist.

Applicalo in uno strato spesso prima di andare a dormire, senza massaggiare, oppure fai periodicamente una maschera specifica (in crema o in tessuto imbibito di attivi nutrienti come burro di karité), preceduta da un gommage a base di microcristalli di zucchero, per eliminare screpolature e pellicine.

Per riattivare la circolazione massaggia le labbra ogni sera con uno spazzolino da denti asciutto. Se vuoi “rinfrescare” la zona ci sono gli skinboosters, iniezioni di acido ialuronico idratante (non riempitivo) stabilizzato. Si effettua una seduta ogni 4-6 mesi. Costo: dai 200 € in su.


Se appaiono invecchiate

Con l’età le labbra perdono la definizione, il rossetto sbava, le rughette sconfinano nella mucosa, la bocca si orienta all’ingiù. Spuntano le rughe radiali, il “codice a barre”, e quelle “gravitazionali”, dovute al cedimento delle strutture di sostegno del derma.

«Utilizza creme e sieri con complessi vegetali ad azione filmogena, retinaldeide, vitamina E, acido ialuronico, ceramidi, estratto di centella asiatica», dice la dermatologa. «Applica un correttore chiaro all’interno del punto di intersezione fra il labbro superiore e quello inferiore, per “sollevare” otticamente gli angoli», consiglia Rossano De Cesaris.

Per un risultato duraturo si può ricorrere a iniezioni di botulino. «Aiutano a rilassare il muscolo dell’angolo inferiore delle labbra e costano ciirca 450 €», spiega Alessia Glenda Buscarini, chirurgo plastico a Milano. «Per ridare freschezza al contorno puoi ricorrere ai filler di acido ialuronico a basso peso molecolare», dice la dottoressa Buscarini. «Basta una seduta di 15 minuti e l’effetto dura 5-8 mesi. Oppure puoi ricorrere al laser frazionato (da abbinare eventualmente alla radiofrequenza) per levigare le rughe perilabiali», continua l’esperta. I filler di ialuronico costano da 250 a 400 €, le sedute di laser frazionato (consigliate 3 a intervalli di 45 giorni, più una di mantenimento all’anno) da 300 a 400 € l’una.


Se le hai molto sottili

Che siano piatte per natura o che lo siano diventate con l’età, la soluzione sono i prodotti a “effetto plump”. «Agiscono come filler cosmetici, perché si avvalgono di sostanze capaci di penetrare nei tessuti per ripristinare il volume perduto e riempire le microrughe», spiega la dottoressa Magda Belmontesi. «L’ingrediente principe è l’acido ialuronico: le microsfere si localizzano a livello delle rughe e delle linee sottili e “si rigonfiano” catturando l’acqua prima che evapori».

Sfrutta poi il colore per un effetto ottico volumizzante. «Usa una matita di un tono più scuro rispetto al vermiglio labiale naturale, con cui realizzerai un ingrandimento appena visibile (non più di un millimetro) della rima periorale», suggerisce il make up artist.

«Scegli un rossetto chiaro e picchietta al centro della bocca una piccola quantità di gloss». La soluzione della medicina estetica sono le infiltrazioni di acido ialuronico a medio e alto peso molecolare. «La metodica “Da Vinci Lips” prevede un’analisi dei tratti del viso prima di procedere con le punturine», spiega la dottoressa Buscarini. «Per un look armonioso, il labbro superiore dovrebbe essere il 25% più piccolo di quello inferiore: si misura la bocca, la distanza dal mento e dal naso e la distanza tra gli occhi, quindi si dosa il filler». Il risultato è stabile per circa 6 mesi e il prezzo va da 250 a 400 €.

Per un effetto permanente, invece, la tecnica giusta è il lipofilling. «Cellule di tessuto adiposo vengono prelevate da un’area del corpo o del viso, trattate con moderne tecniche di filtrazione o centrifugazione e infine infiltrate nelle labbra, in anestesia locale e in day hospital». Costo: 4000-5000 €.


Ben protette sotto il sole

Le labbra non contengono cellule di melanina e sono quindi più esposte a eritemi e scottature. Usa sempre una protezione solare con Spf elevato, resistente all’acqua.

Puoi scegliere le nuove formulazioni in gel trasparente o color pastello, che sigillano l’idratazione delle labbra con effetto glossy.

Insisti sul labbro inferiore, che deve sopportare una quantità di radiazione solare maggiore di quello superiore.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Articolo pubblicato sul n. 29 di Starbene in edicola dal 3 luglio 2018




Leggi anche

Labbra screpolate: come idratarle

Labbra: d’inverno proteggile così

Olio di jojoba: proprietà e benefici

Labbra secche? Prova i rimedi della nonna