A A

Come migliorare i voti a scuola? Con lo sport

Un motivo in più per non essere sedentari!



0

Con la ripresa delle normali attività didattiche, insegnanti, alunni e genitori si chiedono come migliorare il rendimento scolastico ed in particolare come incentivare l’applicazione allo studio. La risposta è semplice e scientifica: basta fare tanto sport!

Secondo i dati a disposizione, il 48% dei ragazzi che praticano sport regolarmente, studiano tre ore in più a settimana, fanno meno assenze e più difficilmente abbandonano gli studi.  


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Uno studio recentemente pubblicato sulla rivista Annals Journal of Health Promotion e condotto presso l’Università di Montreal su un campione di 2700 studenti, ha evidenziato come i ragazzi che praticano sport regolarmente riescano a concentrarsi di più e meglio, sono più autodisciplinati, prestano maggiore attenzione allo studio e ottengono risultati scolastici migliori rispetto ai coetanei sedentari.

La scienza si è sempre mostrata molto attenta nell’indagare il binomio attività sportiva e prestazioni scolastiche: già uno studio inglese condotto su un campione di 5000 ragazzi aveva evidenziato come applicarsi quotidianamente in una sessione integrativa di esercizio fisico della durata minima di 17 minuti per i maschi e di 12 minuti nelle femmine, si traduca in risultati scolastici migliori nelle materie scientifiche, voti che si mantengono più alti anche negli anni successivi a tale pratica.

Altri studi hanno dimostrato che bastano anche solo 5 minuti di attività fisica per conseguire risultati migliori nei test di abilità intellettuale: gli studenti delle scuole superiori regolarmente coinvolti nello svolgimento di uno sport, perdono il 51% di giorni di scuola in meno rispetto ai ragazzi non sportivi e presentano il 42% in meno di assenze ingiustificate. I giovani atleti, inoltre, più difficilmente si fanno coinvolgere in risse e atti vandalici.

Fare sport regolarmente allontana lo spettro dell’obesità e di solito chi fa attività fisica con costanza ha abitudini alimentari migliori rispetto a chi non lo fa. Tutto questo è vero anche per i ragazzi che non arrivano a svolgere almeno 60 minuti di attività fisica ogni giorno, come raccomandato da numerose linee guida internazionali, ma per lo meno si sforzano di praticare uno sport continuativamente nel tempo.

«L’ambiente dello sport è da sempre un luogo sano che tiene impegnati i ragazzi in maniera virtuosa con benefici come lo sviluppo del senso di gruppo e di cooperazione, il rispetto dei ruoli, il senso di responsabilità – spiega il dottor Andrea Grasso, Specialista in Ortopedia e Direttore del Trauma Sport Center della Casa di Cura Villa Valeria di Roma – ma è necessario che la salute sia tutelata: a questo contribuisce la regolamentazione dell’attività amatoriale ludico-motoria e dell’attività non agonistica disciplinata dal Decreto Ministeriale del 24 aprile 2013, che prevede il Certificato di Idoneità Sportiva a tutela degli atleti di ogni età grazie a controlli come la raccolta della storia clinica del giovane atleta, la misurazione della pressione e l’elettrocardiogramma».

Leggi anche

Bambini e schiena in salute

Tosse e bambini

Bambini perseguitati dai compiti

Sport e salute

Lo sport migliora le capacità matematiche

Contrasta il diabete con lo sport

Lo sport ha effetti benefici sull’asma

Pubblica un commento