A A

Ritrova il benessere con il respiro

Se respiri nel modo giusto, ossigeni meglio l’organismo, rilassi i muscoli e sciogli le tensioni. E gli assicuri la carica per un rientro sprint



0

Dispendio energetico della scheda: 30 cal in 15 minuti

Vacanze finite, ritorno alla quotidianità, bisogno di nuove energie per riprendere i ritmi di sempre. Farne il pieno è facilissimo: basta controllare il respiro. Se consapevole e profondo, infatti, immette nel tuo organismo più ossigeno, favorisce la circolazione, massaggia gli organi interni, ti aiuta a superare stress e stanchezza e scioglie le tensioni nel tratto lombare. In più, migliora la percezione che hai del tuo corpo. Tutti risultati che puoi raggiungere con gli esercizi che trovi in questa scheda, che ti insegnano a respirare nel modo giusto.

Un meccanismo perfettamente sincronizzato


Funziona così: quando inspiri, i muscoli intercostali si accorciano e le costole si sollevano. Nello stesso tempo il diaframma si contrae, si appiattisce e permette la dilatazione e l’allungamento della gabbia toracica. In questo modo i polmoni si espandono e si riempiono d’aria. Poi, segue la fase dell’espirazione: il diaframma si rilascia, la gabbia toracica si riduce e comprime i polmoni che, quindi, sono costretti a “svuotarsi”. Si tratta di un meccanismo naturale e spontaneo che però, con i nostri esercizi, può diventare cosciente. Prima di provare, ricorda di inspirare sempre dal naso e di espirare dalla bocca. Dimentica, invece, la fretta: i movimenti devono essere lenti, per poterti concentrare sulle sensazioni che ti trasmette il tuo corpo. Esegui le respirazioni in un momento della giornata in cui sei calma e tranquilla.

Sai come respiri?

  • La respirazione è uno scambio tra l’organismo e l’ambiente. Inspiriamo l’aria e assumiamo l’ossigeno come fonte di energia; espiriamo e cediamo anidride carbonica, il gas di scarto del metabolismo. Con la respirazione esterna, l’ossigeno viene trasportato nei polmoni attraverso le vie aeree. Con la respirazione interna, l’aria entra in contatto con il sangue: qui avviene lo scambio tra i due gas. Infine, con la respirazione cellulare, il sangue ricco di ossigeno arriva alle cellule che poi cedono l’anidride carbonica.
  • L’apparato respiratorio parte dalla bocca e dalle fosse nasali, continua con la laringe, la faringe e la trachea, si divide nei bronchi e poi in altre ramificazioni che formano la massa spugnosa dei polmoni.
  • Il polmone è composto dagli alveoli: minuscoli “sacchettini” che contengono l’aria inspirata e che sono a contatto con i capillari, grazie ai quali il sangue si libera dell’anidride carbonica e si riossigena.

Pubblica un commento