TENOMAX 50CPR DIV 100MG

S.F.GROUP Srl

Principio attivo: ATENOLOLO

ATC: C07AB03 Descrizione tipo ricetta:
RR - RIPETIBILE 10V IN 6MESI
Presenza Glutine: No glutine
Classe 1: A Forma farmaceutica:
COMPRESSE
Presenza Lattosio: No lattosio
TENOMAX 50CPR DIV 100MG Controindicazioni Posologia Avvertenze e precauzioni Interazioni Effetti indesiderati Gravidanza e allattamento Conservazione

Ipertensione arteriosa, compresa quella di origine renale, angina pectoris, aritmie, intervento precoce nell’infarto miocardico acuto.

Scheda tecnica (RCP) Eccipienti:

Atenololo non deve essere somministrato a pazienti in terapia con calcioantagonisti con effetto inotropo negativo (ad esempio verapamil, diltiazem); è necessario che siano trascorse almeno 48 ore dalla sospensione di uno di questi farmaci prima di iniziare l’altra terapia (vedi Controindicazioni). L’uso concomitante con diidropiridine (ad esempio nifedipina) può aumentare il rischio di ipotensione e possono verificarsi casi di insufficienza cardiaca in pazienti con insufficienza cardiaca latente. I farmaci glicosidi digitalici, associati ai beta–bloccanti, possono provocare un aumento del tempo di conduzione atrioventricolare. I beta–bloccanti possono aggravare il brusco rialzo dei valori pressori che può verificarsi dopo la sospensione della clonidina. Se i due farmaci vengono somministrati contemporaneamente, il beta–bloccante deve essere sospeso parecchi giorni prima di interrompere la terapia con clonidina. Se la terapia con beta–bloccante deve sostituire quella con clonidina, è necessario che l’inizio del trattamento con beta–bloccante avvenga parecchi giorni dopo l’interruzione della terapia con clonidina. Particolare cautela richiede la somministrazione di atenololo a pazienti in trattamento con farmaci antiaritmici appartenenti alla I classe, come la disopiramide. I farmaci simpaticomimetici, come l’adrenalina, possono contrapporsi all’effetto dei beta–bloccanti se usati contemporaneamente. L’uso concomitante di farmaci inibitori la sintesi prostaglandinica (es. l’ibuprofene e l’indometacina) può ridurre gli effetti ipotensivi dei beta–bloccanti. E’ necessario porre particolare cautela nell’uso degli agenti anestetici in pazienti trattati con atenololo. Occorre che l’anestesista sia informato di tale terapia e, in questo caso, deve essere impiegato un agente anestetico con una minima attività inotropa negativa. L’uso dei beta–bloccanti con agenti anestetici può provocare un’attenuazione della tachicardia riflessa e può aumentare il rischio di ipotensione. È da evitare l’uso di agenti anestetici che causano depressione miocardica. (vedi p.4.4).

Scheda tecnica (RCP) Composizione:

Principio attivo: Atenololo mg 100

Farmaci

ABC FARMACEUTICI SpA

ATENOLOLO ABC 42CPR RIV 100MG

PRINCIPIO ATTIVO: ATENOLOLO

PREZZO INDICATIVO: 5,53 €

ABC FARMACEUTICI SpA

ATENOLOLO ABC 50CPR RIV 100MG

PRINCIPIO ATTIVO: ATENOLOLO

PREZZO INDICATIVO: 6,02 €

ACCORD HEALTHCARE ITALIA Srl

ATENOLOLO AHCL 50CPR 100MG

PRINCIPIO ATTIVO: ATENOLOLO

PREZZO INDICATIVO: 6,02 €