A A

Ascelle profumate e protette

Sono poche e semplici le regole per ascelle pulite, idratate e protette: detersione frequente e delicata, scelta intelligente del deodorante e…



0

Sono tanti i fattori che influenzano la sudorazione: etnia, sesso, età, abbigliamento, stato emotivo, alimentazione, esercizio fisico. Poi c’è il clima: i meteorologi dicono che quella del 2015 è l’estate più calda degli ultimi tempi. Non facciamo che sudare e fare la doccia. Una spruzzata di deodorante e via.

Ma la pelle delle ascelle, sottile e sensibile, alla lunga può irritarsi. Importante allora trovare un compromesso tra: igiene da una parte e delicatezza dall’altra, sensazione di asciutto e pulito da un lato, idratazione dall’altro. 


Fai la tua domanda ai nostri esperti

La beauty routine

Sotto la doccia o no, quando fa molto caldo l’importante è lavare bene la zona delle ascelle almeno due volte al giorno, usando un detergente delicato e asciugando bene la pelle. La detersione quotidiana con acqua e sapone contrasta la formazione dei batteri e riduce il numero di quelli già presenti.

Il deodorante va applicato ogni volta che ci si lava, anche se ci si espone al sole. L’ideale è applicarlo al mattino, dopo la doccia, e rimuoverlo alla sera, dopo aver rilavato le ascelle.

Il deodorante giusto

Va scelto in base al tipo di pelle, alle esigenze e al livello di sensibilità cutanea. Gli antitraspiranti sono indicati soprattutto per le sudorazioni abbondanti. Poi ci sono quelli ad azione antibatterica, antiossidante, gli assorbenti o chelanti dall’effetto prolungato e infine quelli coprenti: questi ultimi non contrastano i meccanismi responsabili del cattivo odore, svolgono un’azione limitata nel tempo e, se si esagera con le dosi, possono irritare la pelle.

Occhio alle proprietà

Il deodorante che rispetta le ascelle è delicato, arricchito con ingredienti idratanti, che mantengono la pelle delle ascelle liscia e morbida a lungo, prevenendo secchezza e screpolature, madreperle e pigmenti che minimizzano le imperfezioni, migliorando l’incarnato, estratti vegetali lenitivi, calmanti ed emollienti. Meglio senza alcol, soprattutto in estate quando il sudore aumenta e rende la pelle più fragile e soggetta a irritazioni. 

Usarlo correttamente

Il deodorante va applicato solo nel cavo ascellare e sulla pelle asciutta e integra, non arrossata o infiammata, che non presenta ferite, tagli o abrasioni.

Se si usa lo spray, mantenere una distanza di applicazione di 10 - 15 cm. Basta spruzzare per due secondi: uno spruzzo più lungo fa solo sprecare il prodotto e non ne potenzia l’azione. Spruzzarlo sul collo, sul torace o sui vestiti non serve e può macchiare gli abiti.

Depilazione sì, ma delicata

Radere la peluria ascellare contribuisce a un’evaporazione più rapida del sudore, diminuisce la carica batterica ed evita il ristagno del sudore. È bene utilizzare un gel specifico per la rasatura oppure il gel doccia come lubrificante e cambiare spesso la lama del rasoio. Non applicare il deodorante subito dopo, se la pelle appare lesa o irritata. L’ideale è radersi nelle ore serali e attendere il mattino dopo per spruzzare il deodorante.

Leggi anche

Pelle sensibile: deodorante con il bicarbonato fai da te

Cosmetici bio: tutto quello che devi sapere

Cosmetici, le 5 cose che devi cercare nell'etichetta

Trattamenti per il corpo

Piedi come nuovi in 5 passi

Latte e miele, una ricetta per mani e piedi

Gambe: le strategie antigonfiore

Pubblica un commento