A A

Aceto di mele per la cura dei capelli

Sgrassante e lucidante: istruzioni per l’uso di un prodotto naturale da non impiegare solo in cucina, ma anche sulla chioma



0

di Paola Toia

COME PRENDERSI CURA DEI CAPELLI?

Il modo migliore per proteggere i capelli è trattarli bene e curarli, non necessariamente con prodotti costosi (non sempre di qualità), ma semplicemente con quelli naturali, tra l’altro anche più economici. Fra i più noti rimedi caserecci tramandatici dalle nostre nonne c’è l’uso dell’aceto di mele (meno aggressivo di quello di vino rosso o bianco), dall’elevato potere sgrassante e lucidante… provare per credere!

Fai la tua domanda ai nostri esperti!

ACETO DI MELE PER CAPELLI PIÙ LEGGERI

In virtù di un pH di 4-5, l'aceto di mele infatti, se applicato sulla chioma prima del risciacquo finale, è in grado di abbassare e far chiudere le squame del fusto del capello, che risulterà immediatamente più lucido e liscio al tatto.

Inoltre un fattore da non sottovalutare è la durezza dell’acqua utilizzata per il bagno o la doccia: il calcare in essa contenuto va inevitabilmente a depositarsi sui capelli, togliendo la loro naturale lucidità. Per contro l’acidità dell’aceto agisce contro le tracce di calcare che, in quanto basiche, vengono di conseguenza sciolte.

Infine l’aceto leva dalla cute gli ultimi residui di shampoo e balsamo, lasciando i capelli più leggeri.

COME USARE L’ACETO DI MELE SUI CAPELLI?

È davvero semplice utilizzare l’aceto di mele sui capelli. Come procedere? Riempiendo una bottiglia con dell’acqua tiepida (meglio se demineralizzata, ovvero senza calcare, reperibile al supermercato) e qualche cucchiaio di aceto: 1 cucchiaio di aceto ogni mezzo litro d’acqua (quindi per una bottiglia da un litro serviranno 3 cucchiai di aceto).

L’importante è non esagerare con la quantità di aceto per non rischiare di ottenere l’effetto contrario, rovinando i capelli: possono, infatti, diventare stopposi e ingestibili e nei casi più estremi possono anche bruciare per l’eccessiva acidità.

Dopo aver lavato i capelli con shampoo e balsamo, versare il contenuto della bottiglia direttamente sulla testa, facendolo colare su tutta la lunghezza dei capelli. Infine risciacquare (preferibilmente con acqua demineralizzata, per non far depositare il calcare) e ripetere il procedimento 2-3 volte alla settimana.

La beauty routine dei capelli sani!

PROPRIETÀ E BENEFICI DELL’ACETO DI MELE PER I CAPELLI

Lucidante e in grado di riequilibrare il pH dei capelli, l’aceto di mele ha grandi effetti positivi sulla nostra chioma, prendendosene cura in modo naturale ed economico, purché non se ne abusi.

Quali sono in dettaglio le sue proprietà e i suoi benefici?
- Azione rinforzante: ritarda il decadimento organico dei capelli in virtù dell’elevato contenuto di minerali (acido silicico, fosfato di calcio e cloruro di sodio);
- antiforfora naturale: le sue  proprietà antibatteriche e antimicotiche aiutano a combattere i batteri e i funghi che causano la forfora, il prurito e la secchezza del cuoio capelluto;
- stimolatore della crescita dei capelli: le sue proprietà antisettiche e disinfettanti, che combattono le infezioni batteriche responsabili della forfora, interagiscono con la sua capacità di rafforzare la radice dei capelli;
- ottimo lucidante: dona brillantezza e l’odore che si avverte dopo il lavaggio evapora completamente con l’asciugatura dei capelli;
- perfetto detergente: ha proprietà antibatteriche e allo stesso tempo non distrugge l’equilibrio naturale dei capelli, come succede invece a volte usando degli shampoo non adatti al proprio cuoio capelluto;
- equilibratore del pH dei capelli e del cuoio capelluto: i capelli devono mantenere un pH compreso tra 4 e 5; l’aceto di mele ripristina il naturale pH senza danneggiare gli oli essenziali della chioma;
- sigillante della cuticola dei capelli: aiuta a conservare l’umidità naturale dei capelli, evitando la comparsa delle fastidiose doppie punte;
- sgrassante: rimuove il grasso e le cellule morte contribuendo a una crescita salutare del capello;
- balsamo naturale: rende i capelli soffici e morbidi.

Curiosità: come imbiondire i capelli?

Leggi anche

Capelli corti: come scegliere il taglio più adatto

Capelli grassi o secchi? Cure su misura

Capelli fini: come curarli

Pubblica un commento