A A

Scopri qual è davvero il tuo peso giusto

Oggi gli specialisti si affidano all’impedenziometria, sistema per valutare la percentuale di massa grassa e magra presente nell’organismo



0
hero image

iStock


di Francesca Soccorsi


Come facciamo a capire se il nostro peso è nella norma? Il numero di chili è un indicatore ormai superato. Ma anche l'IMC, Indice di massa corporea (si calcola dividendo il proprio peso per l'altezza al quadrato. Se il risultato è compreso tra 18 e 25 la persona è considerata normopeso) ha fatto il suo tempo, perché fornisce informazioni parziali. «Il valore ottenuto calcolando l’IMC non riflette la reale proporzione tra grasso e muscoli», conferma il dottor Luca Speciani, medico e alimentarista «perché non tiene conto del sesso, del tipo di corporatura e dell'eventuale attività fisica praticata».

E allora qual è il sistema di valutazione più efficace? Oggi gli specialisti si affidano all’impedenziometria, sistema per valutare la percentuale di massa grassa (adipe) e magra (acqua, muscoli, pelle, ossa) presente nell'organismo. «Conoscere questi dati permette di fotografare l'effettivo stato di salute della persona e, se necessario, di intervenire in modo mirato su alimentazione e stile di vita», spiega il dottor Speciani.


GLI STRUMENTI MIGLIORI

Per sapere qual è la percentuale di massa grassa e di massa magra gli specialisti usano una speciale bilancia impedenziometrica oppure l'impedenziometria, una tecnica ancora più precisa, praticata con un apparecchio ad hoc. Entrambi gli strumenti sfruttano l'attività di alcuni elettrodi che trasmettono al corpo corrente a bassa intensità (questa incontra difficoltà di conduzione quando c'è un'alta percentuale di grasso). I risultati vengono poi incrociati con i dati della persona.


IL METRO DA SARTO SERVE ANCORA

In assenza di strumenti efficaci, l'alternativa è ricorrere a un sistema più empirico ma, comunque, piuttosto efficace, ovvero la misurazione della circonferenza addominale (a livello dell’ombelico). In questo modo, si può valutare il cosiddetto "grasso viscerale", cioè quello che ci espone a patologie come obesità e diabete. Quanto più aumenta il giro vita, tanto più cresce il grasso viscerale: la circonferenza non deve superare 94 cm per gli uomini e 80 per le donne.


Fai la tua domanda ai nostri esperti

Leggi anche

Salute: la bilancia aiuta a dimagrire?

Per dimagrire, meglio non saltare i pasti

Calcola il tuo fabbisogno calorico...

Dimagrisci e tonifica i muscoli

Gambe, addominali, glutei: gli esercizi top

Pubblica un commento