L’oncologa psicologa: «Vinci la paura di certi esami che rimandi»

Si avrebbe sempre voglia di rimandare certi esami medici, ma fissarli ora è la mossa vincente: la mammografia è un salvavita in più dell’80% dei casi



40068

Per prendersi cura di sé occorre innanzitutto superare la paura delle risposte. O vincere la voglia di rimandare qualcosa che ci farebbe bene, ma costa fatica. «Capita per esempio con la mammografia: è un salvavita in più dell’80% dei casi (sono i tumori scoperti precocemente che guariscono), ma nonostante quest’informazione sia ampiamente comunicata, quando l’esame lo devi fare tu, ci vuole un certo sforzo. Il “fallo dopo” è la prima tentazione da vincere con un bel “fallo subito” e non ci pensiamo più per un bel po’», spiega Maria Giovanna Luini.


Il terrore corre sui polmoni

Altro esempio della paura che porta a rimandare riguarda i fumatori. Smettere di fumare è un atto che dà risultati importanti, immediati. Secondo la Fondazione Veronesi entro 12 settimane la circolazione migliora e aumenta la funzionalità polmonare. In 9 mesi, via tosse e respiro corto. Dopo un anno di stop il rischio coronarico è dimezzato, per non parlare dei tumori.

«I farmaci per smettere sono efficaci, soprattutto se sostenuti in parallelo da una psicoterapia mirata ma, nonostante questo, credo che un freno sia proprio quello di far controllare i polmoni. I fumatori temono la Rx o la Tac spirale, in grado di intercettare qualsiasi anomalia. E quindi scappano. E fumano. il medico ha il dovere di convincerli che il più delle volte sono paure infondate, come quelle relative ai controlli in ambiti nei quali, in famiglia, il tumore ha già colpito. Un esempio? La prostata per gli uomini, grandi fifoni. Ma anche intelligenti e in grado, con il giusto colloquio, di farlo subito e non pensarci più». 


Agire subito assicura il domani di tutti

«La tutela di sé e dei propri cari è un aspetto fondamentale nella vita di tutti noi, ma in Italia, a differenza di altri Paesi europei, è ancora poco diffusa la cultura della protezione e la percezione dei rischi», spiega Massimiliano Dalla Via, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Intesa Sanpaolo RBM Salute.

«Come compagnia assicurativa, sappiamo quanto sia importante ed efficace agire in modo preventivo e con consapevolezza, per poter ridurre gli effetti di eventuali difficoltà, o attivare piani per affrontare gli imprevisti e poter gestire situazioni complesse con maggior serenità. Per migliorare il proprio benessere, presente e futuro, è essenziale attivarsi presto. Questo è valido sia se ci riferiamo all’ambito sanitario, nel quale è specializzata Intesa Sanpaolo RBM Salute, che anche per i diversi aspetti della nostra vita, che possono coinvolgere le persone a noi care, giovani o anziani di cui ci prendiamo cura; lo stesso vale per i nostri beni, le nostre attività, le nostre passioni. L’istinto di protezione è innato in ognuno di noi; lo hanno dimostrato anche alcuni esperimenti sociali della recente campagna di comunicazione che abbiamo lanciato sul canale YouTube di Intesa Sanpaolo. Se ci lasciamo guidare oggi da questo istinto, possiamo fare molto per tutelare, un domani, noi stessi, i nostri cari, la collettività».

Load More