METOTREXATO PFI 5F 5MG 2ML - Effetti indesiderati

€ 18,65
prezzo indicativo
METOTREXATO PFI 5F 5MG 2ML Controindicazioni Posologia Avvertenze e precauzioni Interazioni Effetti indesiderati Gravidanza e allattamento Conservazione

Per informazioni sulle reazioni avverse associate a metotrexato, consultare i paragrafi pertinenti. Gli effetti indesiderati più comuni includono: stomatite ulcerativa, leucopenia, nausea e disturbi addominali. Altri effetti indesiderati frequentemente riferiti sono: sensazioni di malessere e di eccessivo affaticamento, brividi di freddo e febbre, capogiri, minor resistenza alle infezioni. I primissimi segni di tossicità sono in genere rappresentati da ulcerazioni della mucosa orale. Gravità ed incidenza degli effetti collaterali acuti sono generalmente connessi al dosaggio ed alla frequenza della somministrazione. Di seguito sono elencate altre possibili reazioni avverse, che sono state segnalate con metotrexato per sistemi e organi e per frequenza. Nel contesto oncologico, i trattamenti concomitanti e le malattie pre-esistenti rendono difficoltosa l’attribuzione specifica di una reazione a metotrexato. Vedere paragrafo 4.4 per specifici riferimenti a eventi a lungo termine e importanti da un punto di vista medico, tra cui quelli successivi a trattamento a lungo termine o ad alte dosi cumulative (es. tossicità epatica). Le categorie di frequenza sono definite come: molto comune (≥1/10), comune (≥1/100, <1/10), non comune (≥1/1.000, <1/100), rara (≥1/10.000, <1/1.000), molto rara (<1/10.000), non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili).

  Molto comune Comune Non comune Rara Molto rara Non nota
Infezioni e infestazioni*         Sepsi; infezioni opportunistiche (in alcuni casi fatali); nocardiosi; istoplasmosi; criptococcosi; lex, infezioni causate da Citomegaloviru; riattivazione dell’infezione da epatite B; peggioramento dell’infezione da epatite C  
Tumori benigni; maligni e non specificati (cisti e polipi compresi)     Singoli casi di linfoma che in diverse occasioni si sono attenuati con l’interruzione del trattamento con metotressato. In uno studio recente non è stato possibile stabilire che la terapia con metotressato aumenta l’incidenza di linfomi.   Sindrome da lisi tumorale*  
Patologie del sistema emolinfopoietico *   Leucocitopenia; trombocitopenia; anemia. Insufficienza midollare; Pancitopenia; agranulocitosi; disturbi emopoietici. Anemia megaloblastica. Gravi cicli di mielodepressione; anemia aplastica. Linfoadenopatia ; disturbi linfoproliferativi (parzialmente reversibili); eosinofilia e neutropenia.  
Disturbi del sistema immunitario     Reazioni anafilattoidi.   Immunosoppressione; ipogammaglobulinemia. Reazioni anafilattiche.
Disturbi del metabolismo e della nutrizione       Diabete.   Anoressia.
Disturbi psichiatrici       Alterazioni dell’umore; disfunzione cognitive transitoria. Insonnia. Strane sensazioni alla testa.
Patologie del sistema nervoso*   Cefalea; affaticamento; sonnolenza; emiparesi Vertigini; confusione; depressione; convulsioni; leucoencefalo patia/encefalo patia. Grave alterazione della vista; alterazioni dell’umore paresi; disartria; afasia. Dolore; astenia muscolare o parestesia delle estremità; alterazioni nel gusto (gusto metallico); meningismo (paralisi; vomito); meningite asettica acuta; disturbi dei nervi cranici. Aumento della pressione del liquido cefalorachidiano; neurotossicità; aracnoidite; paraplegia; torpore; atassia; demenza; capogiri; dopo somministrazione intratecale sono state riscontrate convulsioni; paresi; sindrome di GuillanBarrè e aumentata pressione del liquido cerebrospinale.
Patologie dell’occhio       Disturbi visivi; annebbiame nto della vista; gravi alterazioni della vista. Congiuntivite; retinopatia; cecità/Perdita della vista temporanea; Irritazione oculare.
Patologie dell’orecchio e del labirinto           Tinnito.
Patologie cardiache       Pericardite; versamento pericardico; tamponamento pericardico.    
Patologie vascolari       Ipotensione; eventi tromboembolici (compresi trombosi arteriosa e cerebrale; tromboflebite; trombosi venosa profonda; trombosi venosa retinica; embolia polmonare). Vasculite. Emorragia a varia localizzazione.
Patologie respiratorie; toraciche e mediastiniche   Polmonite interstiziale (acuta e cronica; spesso associata ad aumento degli eosinofili nel sangue; compresi decessi); complicanze polmonari dovute a alveolite/polm onite interstiziale e decessi correlati (indipendente mente dalla dose e dalla durata del trattamento con metotressato); sintomi tipici possono essere: malessere generale; tosse secca e irritativa; affanno sfociante in dispnea a riposo; dolore al torace; febbre. Se si sospettano tali complicanze; il trattamento con Metotrexato deve essere interrotto immediatamente ed è necessario escludere eventuali infezioni (inclusa polmonite). Fibrosi polmonare. Faringite; apnea; asma bronchiale. Polmonite da Pneumocystis carinii; affanno; pneumopatia ostruttiva cronica; pneumopatia interstiziale cronica;. alveolite; dispnea; dolore toracico; ipossia; tosse; sindrome consistente in dolore e ispessimento pleurico in seguito ad alte dosi di Metotrexato; edema polmonare acuto dopo somministrazion e orale e intratecale; sono state osservate anche infezioni tra cui polmonite, versamento pleurico.  
Patologie gastrointestinali * Perdita di appetito; nausea; vomito; dolore addominal e; infiammazi oni e ulcerazioni delle mucose della cavità orale e della gola (specialme nte nelle prime 24- 48 ore successive alla somministrazione di metotressato); stomatite; dispepsia. Diarrea (specialmente nelle prime 24- 48 ore successive alla somministrazi one di metotressato); pancreatite Ulcere e sanguinamento gastrointestinali. Enterite; melena. gengivite; malassorbi mento. Ematemesi; megacolon tossico; perforazione intestinale; peritonite non infettiva; glossite.  
Patologie epatobiliari Incremento degli enzimi epatici (ALAT; ASAT; fosfatasi alcalina e bilirubina).   Sviluppo di steatosi epatica; fibrosi e cirrosi epatica (si manifesta di frequente a prescindere da valori normali e regolarmente monitorati; degli enzimi epatici); metabolismo diabetico; riduzione dell’albumina sierica. Epatiti acute ed epatotossici tà. Riattivazione di epatite cronica; degenerazione epatica acuta. Inoltre sono state osservate epatite da herpes simplex e insufficienza epatica (si vedano anche le note relative alla biopsia epatica nel paragrafo 4.4); atrofia acuta del fagato; necrosi; degenerazione grassa; fibrosi periportale  
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo   Esantema; eritema; prurito. Orticaria; fotosensibilità; maggiore pigmentazion e della cute; perdita di capelli; aumento dei noduli reumatoidi; herpes zoster; lesioni dolorose della placca psoriasica; reazioni tossiche gravi: vasculite; eruzione erpetica della cute; sindrome di Stevens- Johnson; necrolisi epidermica tossica (sindrome di Lyell). Aumento delle alterazioni nella pigmentazio ne delle unghie; acne; petecchie; ecchimosi; eritema multiforme; eruzioni cutanee eritematose; eruzione dolorosa della placche psoriasiche; ulcerazione cutanea; disturbo della pigmentazio ne. Foruncolosi; teleangectasia; Inoltre sono state segnalate nocardiosi; micosi da histoplasma e cryptococcus e herpes simplex disseminata; vasculite allergica; paronichia acuta; idrosadenite. Reazione da farmaco con eosinofilia e sintomi sistemici; dermatite; aggravament o delle lesioni da psoriasi a seguito dell’esposizi one concomitant e alle radiazioni ultraviolette; nei pazienti affetti da psoriasi è stata riportata ulcerazione della pelle. Il fenomeno del recall è stato riportato sulla pelle danneggiata sia dal sole che dalle radiazioni
Patologie del sistema muscoloscheletri co e del tessuto connettivo     Artralgia; mialgia; osteoporosi. Frattura da stress.   Osteonecrosi
Patologie renali e urinarie   Nefropatia Infiammazion e e ulcerazione della vescica urinaria (anche associata a ematuria); disuria. Insufficienz a renale; oliguria; anuria; iperazotemi a. Proteinuria.  
Condizioni di gravidanza; puerperio e perinatali   Anomali fetali.   Aborto.   Morte fetale.
Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella     Infiammazion e e ulcerazione della vagina   Alterazioni nell’ovogenesi o spermatogenesi; Perdita di libido; impotenza; oligospermia; ciclo mestruale irregolare; perdite vaginali; infertilità. Disfunzione urogenitale; vaginiti; sterilità
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazion e     Reazioni allergiche gravi sfocianti in shock anafilattico. Noduli. Febbre; compromissio ne del processo di guarigione delle ferite; morte improvvisa. Brividi; malessere spossatezza.
*esclusivamente per via parenterale Sono state riferite altre reazioni connesse o attribuite all’uso del Metotrexato: alterazioni metaboliche, atipie citologiche a carico delle cellule di vari tessuti. Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo http://www.aifa.gov.it/content/segnalazioni-reazioni-avverse.

Farmaci

PFIZER ITALIA Srl

METHOTREXATE INF 1FL 500MG20ML

PRINCIPIO ATTIVO: METOTREXATO SODICO

PREZZO INDICATIVO: 40,75 €

PFIZER ITALIA Srl

METHOTREXATE INIET 1FL 1G 10ML

PRINCIPIO ATTIVO: METOTREXATO SODICO

PREZZO INDICATIVO: 75,34 €

PFIZER ITALIA Srl

METHOTREXATE INIET 1FL 5G 50ML

PRINCIPIO ATTIVO: METOTREXATO SODICO

PREZZO INDICATIVO: 235,72 €