LISINOPRIL ID MY 14CPR 20+12,5 - Effetti indesiderati

LISINOPRIL ID MY 14CPR 20+12,5 Controindicazioni Posologia Avvertenze e precauzioni Interazioni Effetti indesiderati Gravidanza e allattamento Conservazione

I seguenti effetti indesiderati sono stati osservati e segnalati durante il trattamento con lisinopril e/o idroclorotiazide con le seguenti frequenze: molto comuni (≥10%), comuni (≥1%, ≤10%), non comuni (≥0,1%, <1%), rari (≥0,01%, <0,1%), molto rari (0,01%), frequenza non nota (la frequenza non può essere definita sulla base dei dati disponibili). Le reazioni avverse segnalate più comunemente sono tosse, capogiri, ipotensione e cefalea, che possono comparire nell’1–10% dei pazienti trattati. In studi clinici, gli effetti collaterali sono stati di solito lievi e transitori e nella maggior parte dei casi non hanno richiesto l’interruzione della terapia. Lisinopril:

Patologie del sistema emolinfopoietico:  
Rari Diminuzione dell’emoglobina, diminuzione dell’ematocrito.
Molto rari Depressione del midollo osseo, anemia, trombocitopenia, leucopenia, neutropenia, agranulocitosi (vedere paragrafo 4.4), anemia emolitica, linfadenopatia, malattia autoimmune.
Patologie endocrine  
Raro Sindrome da inappropriata secrezione dell’ormone antidiuretico (SIADH)
Disturbi del metabolismo e della nutrizione  
Molto raro Ipoglicemia
Patologie del sistema nervoso e disturbi psichiatrici  
Comuni Capogiri, cefalea, sincope.
Non comuni Parestesie, vertigini, alterazione del gusto, disturbi del sonno, alterazioni dell’umore, sindrome depressiva
Rari Disturbi olfattori, confusione mentale
Frequenza non nota Allucinazioni
Patologie cardiache e vascolari  
Comuni Effetti ortostatici (inclusa ipotensione ortostatica).
Non comuni Infarto miocardico o accidente cerebrovascolare, talora secondari a ipotensione eccessiva nei pazienti ad alto rischio (vedere il paragrafo 4.4.), palpitazioni, tachicardia, sindrome di Raynaud
Frequenza non nota Vampate di calore
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche  
Comuni Tosse (vedere paragrafo 4.4).
Non comuni Rinite.
Molto rari Broncospasmo, sinusite, alveolite allergica/polmonite eosinofila.
Patologie gastrointestinali  
Comuni Diarrea, vomito.
Non comuni Nausea, dolore addominale ed indigestione.
Raro Bocca secca.
Molto rari Pancreatite, angioedema intestinale.
Patologie epatobiliari  
Non comuni Enzimi epatici e bilirubina elevati.
Molto rari Epatite epatocellulare o colestatica, ittero, insufficienza epatica (vedere paragrafo 4.4).*
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo  
Non comuni Eruzione cutanea, prurito.
Rari Ipersensibilità/edema angioneurotico, edema angioneurotico di viso, estremità, labbra, lingua, glottide e/o laringe (vedere paragrafo 4.4), orticaria, alopecia, psoriasi.
Molto rari Diaforesi, pemfigo, necrolisi epidermica tossica, sindrome di Stevens–Johnson, eritema multiforme, pseudolinfoma cutaneo.**
Patologie renali e urinarie  
Comuni Disfunzione renale
Rari Uremia, insufficienza renale acuta.
Molto rari Oliguria/anuria.
Patologie dell’apparato riproduttivo e della mammella  
Non comuni Impotenza.
Raro Ginecomastia.
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione  
Non comuni Astenia, affaticamento.
Esami diagnostici  
Non comuni Aumenti dell’urea ematica, aumenti della creatinina sierica, iperkaliemia.
Raro Iponatriemia.
* Molto raramente è stato segnalato che in alcuni pazienti lo sviluppo indesiderato di un’epatite si è evoluto in insufficienza epatica. I pazienti trattati con lisinopril/idroclorotiazide che presentano ittero o marcato aumento degli enzimi epatici devono sospendere lisinopril/idroclorotiazide e ricevere un’adeguata assistenza medica. ** È stato segnalato un complesso di sintomi che può includere uno o più dei seguenti: si possono verificare febbre, vasculite, mialgia, artralgia/artrite, test positivo agli anticorpi antinucleari (ANA), velocità di eritrosedimentazione elevata (VES), eosinofilia e leucocitosi, eruzione cutanea, fotosensibilità o altre manifestazioni dermatologiche. Idroclorotiazide (frequenze non note):
Infezioni e infestazioni: Sialodenite.
Patologie del sistema emolinfopoietico Leucopenia, neutropenia/agranulocitosi, trombocitopenia, anemia aplastica, anemia emolitica, mielosoppressione.
Disturbi del metabolismo e della nutrizione Anoressia, iperglicemia, glicosuria, iperuricemia, squilibrio elettrolitico (incluse iponatriemia, ipokaliemia, alcalosi ipocloremica e ipomagnesemia), aumenti dei livelli di colesterolo e trigliceridi, gotta
Disturbi psichiatrici Irrequietezza, depressione, disturbi del sonno.
Patologie del sistema nervoso Perdita dell’appetito,parestesia, stordimento.
Patologie dell’occhio Xantopsia, visione offuscata transitoria, miopia acuta e glaucoma ad angolo chiuso acuto
Patologie dell’orecchio e del labirinto Vertigini.
Patologie cardiache Ipotensione posturale.
Patologie vascolari Angioite necrotizzante (vasculite, vasculite cutanea).
Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche Sofferenza respiratoria (inclusi polmonite ed edema polmonare).
Patologie gastrointestinali Irritazione gastrica, diarrea, stipsi, pancreatite.
Patologie epatobiliari Ittero (ittero colestatico intraepatico).
Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo Reazioni di fotosensibilità, eruzione cutanea, lupus eritematoso sistemico, reazioni cutanee simili a lupus eritematoso, riattivazione di lupus eritematoso cutaneo, orticaria, reazioni anafilattiche, necrolisi epidermica tossica.
Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo Spasmi muscolari, debolezza muscolare.
Patologie renali e urinarie Disfunzione renale, nefrite interstiziale.
Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Febbre, debolezza.
Segnalazione delle reazioni avverse sospette La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si verificano dopo l’autorizzazione del medicinale è importante, in quanto permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta tramite il sistema nazionale di segnalazione all’indirizzo www.agenziafarmaco.gov.it/it/responsabili.

Farmaci

EPIFARMA Srl

CLORISIP 14CPR 20MG+12,5MG

PRINCIPIO ATTIVO: LISINOPRIL DIIDRATO-IDROCLOROTIAZIDE

PREZZO INDICATIVO: 2,80 €

S.F.GROUP Srl

DILIS 14CPR 20MG+12,5MG

PRINCIPIO ATTIVO: LISINOPRIL DIIDRATO-IDROCLOROTIAZIDE

PREZZO INDICATIVO: 2,80 €

S.F.GROUP Srl

ENSOR 14CPR 20MG+12,5MG

PRINCIPIO ATTIVO: LISINOPRIL DIIDRATO-IDROCLOROTIAZIDE

PREZZO INDICATIVO: 4,00 €