Tiroidectomia e sindrome ansioso-depressiva.

: Buongiorno,ho 59 anni, In riferimento alla seguente situazione della tiroide: riscontro di gozzo tiroideo non tossico multinodulare con presenza di diversi noduli diffusi dal 2014, sono stato sottoposto a TIROIDECTOMIA TOTALE il 19.07.2018 con la seguente diagnosi istologica: Sezioni di ghiandola tiroide comprendenti neoplasia localizzata al terzo medio del lobo sx del diametro maggiore di cm. 0,9 (misurata su vetrino) che presenta le seguenti caratteristiche istoprognostiche: - Isotipo: carcinoma papillare variante follicolare infiltrante la propria capsula fibrosa. - Estensione: neoplasia limitata al parenchima tiroideo (capsula tiroidea indenne), - Invasione vascolare: non evidente, - Invasione perineurale: non evidente, - Parenchima adiacente e del lobo controlaterale iperplasia nodulare con nodulo dominante di tipo adenomatoso microfollicolare al lobo dx., - Linfonodi: non si osservano linfonodi nel tessuto adiposo peitiroideo. Conclusione: Carcinoma papillare variante follicolare (cm. 0,9) in tiroide con iperplasia nodulare adenomatosa (TNM: pT1a) L' endocrinologo mi ha prescritto una visita radioterapica a Padova, da cui è emerso che non devo fare nulla, in quanto la capsula tiroidea risulta indenne con basso rischio di recidiva. Nel frattempo prendo 100 mg. di Tirosint e dopo circa 45 gg. /04.09.2018) ho i seguenti referti clinici: Calcio totale 9,2 - T3 2,70 - T4 1,00 - TSH 2,68 - Vitamina D 64 nmol/L. L' endocrinologo mi ha cambiato la posologia del TIROSINT: 5 giorni 100 mg. e 2 giorni 150 mg. L' esame del sangue dopo 2 mesi ha riscontrato i seguenti valori: calcio totale 9,7-T3 3,30-T4 1,20-TSH 0,21-vitamina D 94-tireoglobulina 0,5-anti-tireoglobulina 0,9. Prendo da decenni x una sindrome ansioso-depressiva con somatizzazioni: (lorazepam 2,5 (1/2 x 3 al gg.), anafranil 10 (3 al gg.), inderal 40 (1/2 x 2 al gg.). Presento la seguente sintomatologia: sonnolenza, stanchezza, spossatezza, apatia, dolori muscolari, ansia, depressione, cefalea). CHIEDO GENTILMENTE UN PARERE sulla sintomatologia presente, sulla variazione del dosaggio. INOLTRE chiedo gentilmente se l' assunzione del TIROSINT può essere effettuata anziché la mattina, a digiuno, la sera prima di andare a letto (oltre 3 ore dalla cena). Ringrazio e porgo Cordiali saluti.

La risposta

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

La tiroxina (Tirosint) deve essere assunta a digiuno e comunque dovrebbe seguire un ritmo circadiano e quindi sarebbe preferibile assumerla al mattino. Le altre terapie possono andar bene ma non posso esprimermi compiutamente sulla loro  efficacia rispetto ai sintomi che elenca (deve sentire lo specialista che la segue).

Domande correlate

Funghi cinesi e malattie autoimmuni

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Io non dò molto affidamento a queste terapie (per le quali non ci sono evidenze scientifiche) e quindi non posso darle consigli in tal senso.

Vedi tutta la risposta

Alprazolam e pillola

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

La interazione è possibile anche e anche se, a mio parere, molto improbabile.

Vedi tutta la risposta

Soffro da quasi 2 anni di ansia e depressione in cura da una psichiatra ma senza esiti positivo .Pr...

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

L’ipotiroidismo può essere la causa di  una sindrome depressiva.

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio