Sentirsi soli in mezzo alla gente

ho 50 anni e mi sento sola pur essendo circondata da persone. ho un ex marito infantile che mi cerca per avere aiuto, un figlio di 24 anni che usa la casa come albergo, una specie di relazione con un uomo che mi dedica solo il tempo che vuole e che purtroppo amo, amiche che da quando mi sono separata non mi invitano più a cena (prima erano uscite in coppia) ma sono solo telefonate curiose. Un capo (sono segretaria in uno studio) che mi paga il minimo e non gli straordinari L'anno scorso che già vivevo questa situazione, sono stata alcuni mesi da uno psicologo che ha detto che il mio difetto è essere troppo disponibile, di cambiare strada. Ho voglia di ribellarmi ma non mi posso permettere di perdere tutto. come posso fare?

La risposta

avatar Psicologia Dott. Alessandro Quadernucci

se il suo psicologo ha ragione, si tratta di cominciare a prendersi la responsabilità di definire ciò che è suo e ciò che è degli altri.quando si è “troppo” disponibili, non si aiutano gli altri, ma li si viziano e questo non fa bene ne a lei ne a loro, perché nessuno cresce e tutti mostrano la parte peggiore di loro stessi.vivere per troppo tempo godendo dei vantaggi di una persona che si da troppo, rende le persone amorfe e triviali. ognuno dovrebbe poter lottare per mostrare la parte migliore di sé, quella che è capace di prendersi la responsabilità, quella che non manipola gli altri, quella che può guardare a se stesso come una persona che vale e che è capace.quando lei parla in quel modo, sembra che stia facendo la vittima, e la vittima, richiama sempre dei dittatori che la opprimono. Se lei non facesse la vittima, non ci sarebbero più neanche i dittatori, ma deve lottare, volere il meglio per lei, sentire che ha diritto di avere il meglio, e rischiare di perdere il poco che ha, perché se è poco, non perderà molto, ma getterà le basi per il meglio che può aspettarsi dalla vita.non creda che 50 anni sia tanto, è perlomeno alla metà della sua vita, ed ha tanto tanto tempo davanti a lei.abbia fiducia in lei ed inizi a costruire sui propri desideri, non sui desideri dagli altri.le suggerisco di leggere “scegli di cambiare” edito da tecniche nuove, le può essere d’aiuto.buona vitaalessandro

Domande correlate

Tremore testa e mani

avatar Psicologia Dott.ssa Paola Vinciguerra

Carissima l’ansia io provocare svariati sintomi ed anche malattie essere ipocoindriaci significa che viviamo in una costante attesa di un evento negativo che ci colpirà che scatta appena il...

Vedi tutta la risposta

Non riesco ad avere rapporti con il mio ragazzo. Quali possono essere i rimedi?

avatar Psicologia Dott.ssa Paola Vinciguerra

Da quello che lei racconta sembra che la paura di un suo tradimento abbia bloccato la sua capacità di lasciarsi andaree chiaro che se una situazione così banale mette in atto una difesa così...

Vedi tutta la risposta

Lutto per la perdita della micia

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Ormai è assodato che perdere un animale al quale si è particolarmente legati sia un lutto simile alla perdita di un essere umano. Non bisogna quindi sottovalutare la questione. Non possiamo...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio