Sentirsi soli in mezzo alla gente

ho 50 anni e mi sento sola pur essendo circondata da persone. ho un ex marito infantile che mi cerca per avere aiuto, un figlio di 24 anni che usa la casa come albergo, una specie di relazione con un uomo che mi dedica solo il tempo che vuole e che purtroppo amo, amiche che da quando mi sono separata non mi invitano più a cena (prima erano uscite in coppia) ma sono solo telefonate curiose. Un capo (sono segretaria in uno studio) che mi paga il minimo e non gli straordinari L'anno scorso che già vivevo questa situazione, sono stata alcuni mesi da uno psicologo che ha detto che il mio difetto è essere troppo disponibile, di cambiare strada. Ho voglia di ribellarmi ma non mi posso permettere di perdere tutto. come posso fare?

La risposta

avatar Altro Starbene Risponde x

se il suo psicologo ha ragione, si tratta di cominciare a prendersi la responsabilità di definire ciò che è suo e ciò che è degli altri.quando si è “troppo” disponibili, non si aiutano gli altri, ma li si viziano e questo non fa bene ne a lei ne a loro, perché nessuno cresce e tutti mostrano la parte peggiore di loro stessi.vivere per troppo tempo godendo dei vantaggi di una persona che si da troppo, rende le persone amorfe e triviali. ognuno dovrebbe poter lottare per mostrare la parte migliore di sé, quella che è capace di prendersi la responsabilità, quella che non manipola gli altri, quella che può guardare a se stesso come una persona che vale e che è capace.quando lei parla in quel modo, sembra che stia facendo la vittima, e la vittima, richiama sempre dei dittatori che la opprimono. Se lei non facesse la vittima, non ci sarebbero più neanche i dittatori, ma deve lottare, volere il meglio per lei, sentire che ha diritto di avere il meglio, e rischiare di perdere il poco che ha, perché se è poco, non perderà molto, ma getterà le basi per il meglio che può aspettarsi dalla vita.non creda che 50 anni sia tanto, è perlomeno alla metà della sua vita, ed ha tanto tanto tempo davanti a lei.abbia fiducia in lei ed inizi a costruire sui propri desideri, non sui desideri dagli altri.le suggerisco di leggere “scegli di cambiare” edito da tecniche nuove, le può essere d’aiuto.buona vitaalessandro

Domande correlate

Sovradosaggio contramal

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Credo che i medici l’abbiano rassicurata sul fatto che si tratta di fenomeni momentanei, destinati a scomparire in un tempo ragionevole. Se però la situazione dovesse persistere, chieda...

Vedi tutta la risposta

Daparox e fertilità

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

I medici dicono sicuramente la verità. Però direi che due mesi senza che sia iniziata una gravidanza mi pare un lasso di tempo nel quale la maggior parte delle persone non riescono ad avviare il...

Vedi tutta la risposta

Orfana

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

I legami con la propria famiglia di origine spesso stentano a modificarsi, nonostante una nuova vita familiare. Ma non si tratta di far capire a Suo marito la differenza tra chi i genitori li ha e...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio