Dott. Gabriele Traverso

Psicologia

Psicologo e psicoterapeuta, con indirizzo cognitivo e comportamentale.



avatar

Qualcosa su di me
I miei interessi si sono orientati fin da subito sul versante dei disturbi dell'umore e di personalità, soprattutto riferiti alla vita di coppia e alla sfera sessuale. Docente universitario, nel passato. Attualmente mi occupo anche di formazione per enti e associazioni, soprattutto approfondendo le dinamiche legate ai comportamenti sessuali e relazionali violenti.
Ho svolto diverse iniziative di formazione nelle scuole superiori, soprattutto per la gestione degli aspetti legati a disturbi nella sfera sentimentale e dei loro corrispettivi in senso comportamentale (disagio, problemi alimentari, disturbi dell'umore). Sono ritenuto uno specialista della "vecchia guardia psicoterapeutica": se per "vecchia" si intende l'età, ammetto di aver superato da tempo i 20 anni; se invece si parla della costruzione, anche in Italia, di una cultura psicologica diversa rispetto al passato, ebbene sì, lo sono e con orgoglio.

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio

( max 100 caratteri )
Dichiaro di aver preso visione, letto e compreso l’Informativa resa da Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. ai sensi dell’articolo 13 del Regolamento EU 679/2016 nonché di aver letto ed accettare espressamente le condizioni di utilizzo del servizio.

Trattamento di Dati appartenenti a Categorie Particolari - Qualora la Sua richiesta contenga dati personali appartenenti a Categorie Particolari di dati personali a norma dell'articolo 9, comma 1 del Regolamento, in quanto idonei a rivelare "l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l'appartenenza sindacale, nonché trattare dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all'orientamento sessuale della persona", Lei

Informativa Privacy

Ai sensi e per gli effetti di cui all’articolo 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Codice della Privacy), la società Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. con sede legale in Via Bianca di Savoia 12, Milano (MI), in qualità di Titolare del trattamento, La informa che i Suoi dati personali saranno trattati, con modalità manuali, informatiche e/o telematiche, al fine di dar seguito alla Sua richiesta inoltrata al Titolare tramite il servizio “Esperti di Starbene”.
Il conferimento dei Suoi dati è obbligatorio per tale finalità in mancanza del quale non sarà possibile per il Titolare fornire un riscontro alla Sua richiesta.
Il Titolare potrà venire a conoscenza di dati sensibili ai sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d) del Codice della Privacy, ed in particolare dati personali idonei a rivelare l'origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l'adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale.
I Suoi dati sensibili saranno quelli da Lei spontaneamente, liberamente ed eventualmente conferiti e saranno trattati per la finalità di cui sopra nel rispetto delle indicazioni fornite dall’Autorità Garante per la Protezione dei Dati Personali ed ai sensi dell’Autorizzazione generale n. 2 “Autorizzazione al trattamento dei dati idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale” emanata periodicamente dall’Autorità stessa.
I Suoi dati personali saranno trattati da soggetti nominati dal Titolare quali responsabili o incaricati del trattamento.
Il responsabile del trattamento è il responsabile dell’Ufficio Privacy di Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. con sede legale in Milano, Via Bianca di Savoia 12, 20122 – Milano e sede amministrativa in Via Mondadori 1, 20090 - Segrate (MI).
I Suoi dati personali potranno essere comunicati a soggetti terzi nominati responsabili del trattamento dal Titolare per la finalità sopraelencata e non formeranno oggetto di diffusione. Lei in qualità di interessato ha diritto di accedere ai propri dati personali, chiederne la rettifica e l'aggiornamento, se incompleti o erronei, oltre alla cancellazione se raccolti in violazione di legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi e specifici ai sensi degli articoli 7 - 10 del Codice della Privacy.
Per esercitare i Suoi diritti, conoscere il nominativo dei responsabili interni ed esterni del trattamento, ottenere informazioni sulle società terze a cui possono essere comunicati i dati personali può rivolgersi scrivendo al Titolare Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. Via Mondadori 1, 20090 - Segrate (MI) o, in alternativa, inviando una e-mail all’indirizzo privacy@mondadori.it.

Ultime risposte

il perdono

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Direi che non si tratta solo di empatia, ma di eccesso di disponibilità, anche oltre i limiti oggettivi. Se questo si traduce in perdite di tempo o si ha come ritorno l'assoluta indifferenza, pazienza! Ma se ciò causa danni reali, oltre che la fine di una amicizia, vuol sicuramente dire che questo comportamento è dannoso e assolutamente da evitare. A meno che per Lei sia impossibile creare condizioni di contaminazione con i problemi altrui fino al punto di rimetterci: e se fosse così, occorre cambiare il proprio comportamento o, se non è possibile, rivolgersi ad un consulente che sappia aiutarLa.

INFORMAZIONE

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Non è possibile avere contatti che non passino dal sito, mi spiace. In ogni caso, pur comprendendo la Sua frustrazione, deve cercare di non arrabbiarsi anche perché non vedo alcun riferimento a tradimenti, mancata passione o altro che incida sulla vostra vita di coppia. Evidentemente, il Suo ragazzo ha una componente fobica che gli impedisce di lasciarsi andare in presenza di altre persone, per quanto sia la sua ragazza. E' una forma anche abbastanza comune, che esclude quasi del tutto la componente fisica ma che richiederebbe una valutazione sessuologica, anche effettuata on line, se il Suo ragazzo è disponibile.

Segreto confiscato. Cosa faccio adesso?

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Il fatto che Lei sia confidente della ragazzina è un gran bene. Però Le suggerisco due cose. La prima è che non deve essere Lei a comunicarlo al padre, ma deve spingere la ragazza a confidarsi con uno o entrambi i genitori. In secondo luogo, sappia che a 13 anni l'identità sessuale è ben lontana dall'essere raggiunta e quindi facilmente si tratta di un momento di confusione identitaria che la porta a sentirsi attratta da coetanei di entrambi i sessi, ma che non ha nulla a che fare con l'orientamento sessuale. Se ha altri dubbi, ci riscriva.