Rigonfiamento sotto il capezzolo

Salve, mi chiamo Anna e ho 39 anni; questa sera mi sono accorta di un rigonfiamento sotto il capezzolo del seno destro. Si presenta come una specie di ghiandola gonfia, una pallotta, un fagiolo piuttosto grosso (1 cm e mezzo) che si riesce a pendere tra le dita, ha una forma abbastanza circolare tondeggiante/ovoidale, sembra più grosso della dimensione del capezzolo stesso, non saprei definire se sia dura o morbida, non ho confronti, è "consistente" al tatto ma si riesce a schiacciare e se si prova a schiacciarla scivola e sfugge dalle dita spostandosi. Personalmente non so assolutamente distinguere se si tratti di una ghiandola, un linfonodo, una cisti, un nodulo. Sono piuttosto preoccupata e spaventata perché è la prima volta che avverto qualcosa di insolito al seno. Domani chiamerò il mio medico per chiedere cosa devo fare perché preferirei fare un controllo. Questa manifestazione mi sembra sia comparsa in modo improvviso, sono quasi certa che nei giorni precedenti non ci fosse affatto. Mi sembra comparsa oggi di punto in bianco. Possibile la comparsa di un gonfiore di questo tipo in modo repentino? In questi giorni sono stata a casa con il Covid, dovrei essere negativa ora ( ho tampone domani), la cosa può avere una correlazione? Aggiungo infine che ieri sera mi è partito anche il ciclo (regolare), io nella fase premestruale ho spesso il seno più gonfio e un po' dolente, questa volta invece no, per nulla. In ogni caso mai avute cose che al tatto potessero essere così evidenti. Chiedo se potete darmi un parere in merito e un consiglio su come procedere per stare tranquilla. Grazie

La risposta

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Il parere è esattamente quello che lei ha enunciato. Rivolgersi al suo medico e fari indirizzare presso una struttura pubblica di centro di senologia (nel caso consulti i centri di senologia gratuitamente sulla app pianeta seno) . Una ecografia innanzitutto con visita senologica oer la sua età è con il senologo clinico ( non radiologo) si valuterà se ulteriori esami di approfondimento o meno. Può trattarsi di una cisti ( liquida), di un nodulo solido, di un rigonfiamento di un dittico, le ipotesi sono diverse ed è necessaria una valutarne clinica e di immagine 

Domande correlate

Mastopatia fibrocistica in post menopausa?

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Non dia retta alla parola mastoapita fibrocistica. E’ un modo di dire e non è unaq diagnosi. o meglio lo è ma che fanno gli anatomo patologici sui pezi operati. Lei ha ancora una seno denso...

Vedi tutta la risposta

Secrezioni mammarie

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Un controllo della Prolattinemia serietà 0′ – 30′- 60′ è opportuno, come la visita senologica in un centro possibilmente pubblico della sua città e regione portando in...

Vedi tutta la risposta

Fastidio

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Non ci fornisce alcun dato personale e familiare. Non è possibile darle una risposta o suggerimento appropriato. In ogni caso piccola tumefazione avrebbe dovuto farla controllare in un centro di...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio