Un rifiuto irrecuperabile?

Gentile Dott, Sono una ragazza di 29 anni, il fatto è questo: conosco e frequento per un mese un ragazzo di 30 anni, ci vediamo spesso, c'è molto feeling e dal punto di vista caratteriale molta corrispondenza; intesa. Molta attrazione fisica. Le cose vanno bene, finché, un giorno, lui prova ad andare oltre, ma io non mi sento del tutto a mio agio nel posto e non succede nulla, lui ci rimane male, ma la cosa prosegue, dopo qualche giorno ci riprova, ma mi nego ancora.Io avevo paura di coinvolgermi troppo, di lasciarmi andare...viste le esperienze passate. Il ragazzo in questione mi lascia, dopo due giorni, mi dice che non prova nulla, non vuole illudermi io non faccio per lui, mi chiede di restare amici; per me era impensabile. Rifiuto e non ci vediamo ne sentiamo per sette mesi. Nessun tipo di contatto, nemmeno sui social. Come morti. Dopo sette mesi, mi fa gli auguri di compleanno e ci risentiamo. Passiamo 4 giorni a messaggiare e parlare delle nostre vite, lui mi chiede di vedersi per fare quattro chiacchiere dal vivo; io accetto. Il giorno prima di vederci mi scrive che ci tiene a specificare che ci vedremo solo per una chiacchierata, che lui non "ha secondi fini". che vuole evitare fraintendimenti. Dico che non ci sono problemi. Il giorno dell'incontro, decido di rifiutare, non do giustificazioni, dico che non posso. Da allora, sono passati dei mesi, non ci siamo più sentiti ma lui è costantemente presente sui social e spia continuamente tutto ciò che faccio. La mia domanda è: può un rifiuto causare tutto questo?? Mi rendo conto ora di aver sbagliato, perché ho negato a me e a lui la possibilità di andare avanti nella relazione per paure mie. stupide. Ma ora tutto è irrecuperabile.

La risposta

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Credo che il problema non sia stabilire se la cosa è recuperabile o no, ma piuttosto che cosa Lei ha intenzione di fare. Sono normali dubbi e titubanze, soprattutto se vanno verso una sfera sessuale magari non completamente gradita, ma aver rinunciato ad un incontro con chiari intenti amichevoli forse è stato un errore. Se si vuole tentare un recupero, lo contatti e dica apertamente quali sono stati i problemi che Le hanno impedito di andare al vostro incontro. Se però non vuole essere “spiata”, basta che Lei blocchi il suo contatto e in questo modo chiude ogni possibilità.

Domande correlate

La pillola ora è efficace?

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Seguendo le indicazioni del medico di base, si. Per sicurezza può invece attendere la fine di questa confezione e dalla prossima usare solo la pillola.

Vedi tutta la risposta

Non raggiungo un erezione

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Credo che alla base di tutto vi sia una situazione di ansia generalizzata, e non solo legata alla sfera sessuale. Direi che sarebbe opportuna una valutazione psicologica clinica prima di poter...

Vedi tutta la risposta

Bruciore al pene

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Posso comprendere la vergogna, anche se non la condivido in quanto un medico è pronto ad affrontare qualunque patologia. In ogni caso, poi, occorre necessariamente una valutazione clinica diretta...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio