PROBLEMI EREZIONE

salve mi cvhiamo antonio e volevo esporre il mio problema. Ho 45 anni e da un po di mesi a questa parte ho problemi di erezione o meglio ad un'ottima erezione iniziale dopo mi prende l'ansia e non riesco a concludere perché il mio pene si affloscia. Premettendo che non ho mai avuto problemi del genere anzi riuscivo ad avere anche 4 rapporti di fila fino a prima dei vari lockdown ora non so cosa mi stia succedendo, vero è che ho fatto sempre sport e che da quando è nata mia figlia ho dovuto smettere, poi da dicembre soffro di una forte sciatalgia, dormo poco e male, mi sento debole e mentalmente molto stressato e tra poco mi nascerà un'altro pargoletto, vorrei un consiglio, ho perso tutta la mia sicurezza e virilità, questa storia mi fa stare male e non riesco a venirne e ho paura per la mia relazione. vorrei un consiglio perchè sto al limite dell'esaurimento. grazie

La risposta

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Di sicuro, le difficoltà di cui ha parlato, con i conseguenti stress, nonchè il lungo periodo di lockdown stanno creando, e non solo a Lei, tantissimi difficoltà nella vita e non solo in quella sessuale. Direi che si può ipotizzare una condizione di ansia e nessun problema dal punto di vista sessuale. Occorre una valutazione delle Sue condizioni psicologiche, quindi si rivolga ad una o uno psicoterapeuta di fiducia per una diagnosi accurata ed eventualmente per una terapia, che inizialmente potrebbe anche essere farmacologica.

Domande correlate

Problemi si penetrazione

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Non si faccia influenzare dall’esito negativo della precedente psicoterapia. Esiste sicuramente una fobia alla penetrazione, che va trattata considerando non solo la dimensione sessuale ma...

Vedi tutta la risposta

Dopo emorragia cerebrale la mia erezione è minore

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Credo che la soluzione migliore sia confrontare il problema con i medici che hanno trattato le emorragie.

Vedi tutta la risposta

Sifilide

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Gli accertamenti migliori sono quelli disposti dal medico curante sulla base della sintomatologia presentata.

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio