Orgasmo vaginale

Buona sera, Io penso di essere una delle tante donne che non riesce a raggiungere un orgasmo vaginale. Ho un moroso fisso, che mi ha fatto capire che gli dispiace molto questa condizione, quasi come se desse piu fastidio a lui che a me. Come faccio a raggiungerlo da sola, almeno da capire cosa si prova ad averlo vaginale a differenza del clitorideo che ho senza problemi? Ammetto che non mi piace usare le mie dita e se “mi scopro” con il mio lui, mi sento solo sotto pressione perchè voglio raggiungerlo. Come posso diversamente? Con un sex toy? Ma come? Ma dove??? Grazie!

La risposta

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Ha ragione: Lei è una delle tantissime donne con lo stesso problema. In effetti, siccome partiamo da una assoluta normalità di reazione sessuale (anche l’orgasmo è presente) bisogna tenere conto che la sensibilità vaginale è molto limitata. Quindi pensare che possa essere sufficiente per l’orgasmo è più un mito che una realtà. Le stesse teorie siul punto G si sono dimostrate poco più che banali miti. Quindi, occorre prima di tutto abbinare la stimolazione clitoridea con la penetrazione, non dividendo le due pratiche sessuali. La seconda fase è quella di una prima fase di eccitazione e di plateau solo con la penetrazione, stimolando poi il clitoride per l’orgasmo. Infine, durante la penetrazione, sarebbe bene sollecitare il clitoride con i movimenti coitali, ad esempio posizionandosi sopra l’uomo e durante la penetrazione sfregare il clitoride contro il suo pube. Per i sex toys, perchè no? Li trova tranquillamente si internet.

Domande correlate

Si può rimanere incinta senza eiaculazione interna?

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Da quello che leggo mi pare che non vi sia alcun segnale di gravidanza: piuttosto direi che varrebbe la pena, se il problema persiste, di contattare un ginecologo.

Vedi tutta la risposta

Pqura contagio hiv o epatite

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Non credo che la circostanza rappresenti un pericolo reale. Nel caso persistano però i Suoi dubbi, si rivolga al Suo ginecologo che provvederà, se riterrà il caso, a fare gli accertamenti...

Vedi tutta la risposta

Anorgasmia

avatar Psicologia Dott. Gabriele Traverso

Direi che è un po’ presto per arrendersi, anche perchè, come Lei afferma, il problema non è nei 56 anni ma esiste da sempre. Io credo che, in ogni caso, Lei stia insistendo troppo con la...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio