Non so che pensare.

Buongiorno ho scritto qualche giorno fa ma non ho avuto risposta .Io sono una donna di mezza età in menopausa da poco tempo , ho curato da ragazza per lievi attacchi di panico e forte ansia. Da quasi 5 anni mi si sono ripresentati problemi di umore con forte angoscia che ho curato con duloxetina , lorazepam e citalopram. Da un hanno circa, di nuovo Forte angoscia con pianto , ma poi dopo qualche giorno passava sono andata avanti così per vari mesi e intanto ero sempre più spossata e ad Agosto sono esplosa in quello che io reputo un incubo. Senza voglia di fare nulla , senza provare piacere in nulla, stanca morta, senza speranza rinchiusa in casa , nessuna voglia di parlare con nessuno solo disperazione . Mi sono armata di coraggio perché qualche giorno di ripresa l'ho avuto e mi sono rivolta aun vostro collega psichiatra che mi ha diagnosticato disturbo dell'umore Nas, mi ha prescritto lamictal prima 50 mg al giorno e intanto scalavo la duloxetina e il lorazepam e il citalopram, devo dire che i primi giorni è stato come se mi fossi tolta un grosso peso di dosso , mi sono tornata a dilettare ai fornelli ( cosa che non facevo da anni) stavo decisamente meglio ma dopo 2 settimane quando ho scalato ulteriormente i vecchi farmaci e tolto duloxetinal, ma incrementato il lamictal a 100 mg, Sono passati non più di 2 giorni che sono ripiombata nel buio sempre piangendo con forte disperazione. Una notte ho avuto un attacco di panico devastante . Il giorno seguente mi sento con il psichiatra che mi fa riprendere la lorazepam a dose piena da inizio cura e il citalopram aumentato e lamictal sempre a 100 mg. Mi dice da rivalutare il tutto. Io aspetto una settimana e cerco un nuovo psichiatra ( non so ancora se ho sbagliato facendo questo passo) che mi dice depressione ,senza altre specificazioni. Mi prescrive escitalopram da 20 mg , 20 gocce al giorno la mattina , lorazepam sempre 3 al giorno, 2 a fine pasto , 1 prima di dormire , dopo cena anafranil che dopo una decina di giorni mi sono accorta che mi dava tachicardia quindi rimpiazzata dopo 3 giorni con mutabon mite . Sto decisamente meglio , ma ancora non ho recuperato la lucidità mentale , mi stanco subito , e non riesco a fare granché, A volte la mattina ho nervosismo e tutto ciò mi scoraggia , ora chiedo a voi cosa ne pensate della cura attuale , ho la speranza di recuperare??? Anche perché io sono 4 mesi in malattia e non so che pensare . Vi ringrazio se mi date una risposta..

La risposta

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongorno signora,credo debba prendere in considerazione che la menopausa può comportare delle alterazioni ormonali tali da modificare l’umore e l’emotività. Una visita dal ginecologo potrebbe essere di utilità.  Inoltre suggerirei per il futuro di non cambiare psichiatra se le cure non funzionano e se non vi sono specifici e concreti motivi relazionali: la danneggia dover ricominciare ogni volta daccapo. Se una cura non sortisce glie effetti sperati, appurato che sia stata utilizzata con criterio e in modo congruo, allora si cambia (sempre seguendo le modalità indicate dal medico). Circa la sua domanda, ovvero cosa ne penso, credo che non sia nella posizione di poterle dare un parere : dovrebbe affidarsi al suo medico. Circa invece la speranza di stare meglio, di questo sono certo: è solo una questione di tempo e di scelte (da parte sua) corrette. Un cordiale saluto. Federico Baranzini Psichiatra a Milano

Domande correlate

Litio e alcool

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiorno,la ringrazio per la domanda che tocca un tema importante, dall’ampia rilevanza sociale e di attualità. Come medico devo ricordarle che tutti gli psicofarmaci...

Vedi tutta la risposta

Test del capello per eccesso di alcool alla guida

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiorno, per quanto di mia conoscenza l’esame del capello richiesto in caso di ebrezza o assunzione di alcol alla guida è finalizzato alla ricerca di EtG o etilglucuronide che si...

Vedi tutta la risposta

Come sospendere Deniban

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiorno, il farmaco DENIBAN contiene AMISULPRIDE che appartiene alla categoria dei neurolettici benzamidi. Come tutti gli psicofarmaci dovrebbe essere dismesso gradualmente. Ma questo lo dovrà...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio