Mutua

Sono incinta al primo mese, ho avuto un malore dovuto ad emicrania e aura, poi tachicardia e crampi addominali, sono stata trasportata in codice giallo all'ospedale ho fatto analisi e dimessa la sera con diagnosi di probabile infezione intestinale una prescrizione di ecocardiografia e dopo paracetamolo 37,7, può al mattino successivo ,la dottoressa pretendere di vedermi allo studio minacciandoli velatamente di non farmi la mutua?

La risposta

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Le visite domiciliari sono una possibilità a cui il paziente può ricorrere in casi di effettiva difficoltà, per le sue reali condizioni. Nel suo caso non so se dopo il trasporto in Pronto soccorso, lei avesse una oggettiva impossibilità a recarsi in ambulatorio, comunque ritengo che debba chiarirsi col medico spiegando le ragioni che l’hanno indotta a richiedere le sue prestazioni a domicilio.

Domande correlate

Perdita di pelle glande e asta

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Non credo proprio che ci sia un collegamento eziologico tra la terapia antibiotica e i sintomi che riferisce. Se ci fosse una reazione allergica al farmaco i sintomi sarebbero molto più...

Vedi tutta la risposta

Dopo quanto fa effetto azitromicina?

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

I benefici non sono la riduzione immediata del dolore e della infiammazione che necessita di alcuni giorni dopo la estrazione. Gli antibiotici agiscono diversamente e il loro effetto è più...

Vedi tutta la risposta

Mal di testa continuo

avatar Medicina Generale Dott. Maurizio Hanke

Si tratta di una cefalea che va indagata con alcune analisi. Ne parli al suo medico curante.

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio