Ma si trova ancora in commercio il Ludiomil?

Cerco un farmaco che abbia gli stessi principi del Ludiomil perché quest'ultimo pare sparito dal commercio. Me lo sapete indicare?

La risposta

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiornoda un controllo effettuato il 4.8.22 presso il sito AIFA risulterebbero essere ancora autorizzate le compresse di LUDIOMIL da 50 e 75 mg, forse quello che sta capitando, come altre volte è successo per altre molecole, è che la specialità non sia in produzione o la produzione è fortemente rallentata o vi siano dei problemi di distribuzione per cui non risulta disponibile in farmacia. In ogni caso altre specialità in commercio in Italia contenenti MAPROTILINA non mi risulta vi siano. Una volta era disponibile SURVECTOR che conteneva AMINEPTINA anch’esso un antidepressivo tetraciclico, però poi è stato ritirato. La devo quindi invitare a rivolgersi al suo specialista di fiducia per valutare a quale farmaco passare sapendo che non potrà essere come il LUDIOMIL. Questo non deve però essere di scoraggiamento in quanto ad oggi esistono molte molecole più moderne della maprotilina ma altrettanto efficaci e molto più tollerabili. Un cordiale salutoFederico Baranzini – Psichiatra a Milano

Domande correlate

Come curare il distacco dalla realta

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiornoquello a cui si riferisce probabilmente attiene alla sfera dei sintomi di derealizzazione e depersonalizzazione. Se questa sensazione di presenta solo in alcune situazioni potrebbe...

Vedi tutta la risposta

Relazione extra

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiorno,la situazione che sta vivendo è molto diffusa e non di semplice interpretazione. Molto attiene alla sensibilità personale e soprattutto alle scelte di vita che ognuno è chiamato a...

Vedi tutta la risposta

Potrebbe darmi un consiglio

avatar Psichiatria - Federico Baranzini Dott. Federico Baranzini

Buongiornodalle informazioni che ha fornito non è possibile sospettare una condizione patologica precisa, ma certamente la perdita di un genitore configura l’esistenza di un lutto. Non...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio