Febbre persistente post intervento laparocele

Egregio Dottore, sono qui per porle un quesito. Il giorno 19 con tecnica laparoscopica mi sono operato per riparare 5 laparoceli (2 grandi e 3 piccoli) con inserimento di una rete addominale. Il pomeriggio ho urinato pochissimo, al punto che ho avuto un vero e proprio blocco. Il mattino seguente ho avuto necessità del catetere. Dalla sera, giorno che avevo il catetere, ho sentito bruciore e la temperatura è iniziata ad alsarzi. Il giorno seguente ancora, giorno delle dimissioni (21), avevo 37.8°C. Visto il persistere della febbre, con picchi di 38.6, mi è stato dato un primo antibiotico per le infezioni alle vie urinarie (già prendevo augmentin per copertura generica per 3gg). Dopo 5gg la situazione non è migliorata. Il giorno dopo che ho smesso l'antibiotico faccio un urinocoltura ma esce negativo. Mi dicono che potrebbe essere influenzato dall'antibiotico. Nel frattempo, bevendo poco, le mie urine sono color marrone scuro (molto ma molto scuro). Inizio a bere tanto e le urine si schiariscono. Al quarto giorno da quando ho smesso l'antibiotico faccio un altro urinocoltura, questa volta in ospedale a seguito della visita, e sono in attesa dell'esito. Nel frattempo continuo ad avere febbre dalle ore 12 circa fino al mattino dopo (si abbassa solo con Brufen e non con tachipirina), urina tendenzialmente normale e nessun bruciore per urinare. Secondo lei, e secondo la sua esperienza, questa febbre potrebbe essere effettivamente legata ad infezione alle vie urinarie o potrebbe essere legata alla rete addominale? Premesso che dall'eco non ho alcun residuo di siero o cose simili in prossimità della rete. Mi dicono che chirurgicamente è tutto nella norma.

La risposta

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Deve attendere l’esito della urinocoltura e su quella base si potrà porre diagnosi.

Domande correlate

Presumibilmente Covid

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Bene per il tampone molecolare dal momento che la vaccinazione eseguita non protegge da ulteriori contagi anche se, ovviamente, il vaccinato non si ammala. I prossimo tampone potrà escludere un...

Vedi tutta la risposta

Linfocitosi e vaccino Pfizer

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Non credo che noi dobbiamo insistere nella discussione sulla opportunità di vaccinarsi. Ormai oltre 4 miliardi di persone si sono vaccinate nel mondo e abbiamo elementi sufficienti per poter dire...

Vedi tutta la risposta

Brufolo viso

avatar Medicina generale - Maurizio Hanke Dott. Maurizio Hanke

Nessun problema se la infezione fosse persistente e molto estesa forse sarebbe opportuno aggiungere un antibiotico.

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio