Familiarità carcinoma mammario

Buongiorno mia madre,mia nonna e mia zia hanno avuto un carcinoma mammario e mio zio carcinoma alla prostata...io ho tolto una ciste molto grande più un ovaio e una tuba. Ho fatto eco e mammografia. Nell'eco sono state evidenziate piccole formazioni cistiche DM 4mm al QSE SN ,mammelle con asimmetria ghiandolare e struttura fibroghiandolare. Nella mammografia è stato evidenziato aspetto addensato in QSE destro e struttura fibroghiandolare dei seni... Posso stare tranquilla oppure come consigliato dalla radiologa sarebbe meglio fare una RM? Grazie

La risposta

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Non è chiaro quanti anni lei abbia, e neanche se qualcuno di questi familiari sia vivente, nel qual caso vi sarebbe indicazione per il vivente affetto dalla malattia (prostata, ovaio, pancreas, mammella) ad eseguire il test genetico BRCa1 e, o quanto meno la consulenza genetica per rivalutare tutto l’albero familiare per la parte oncologica. Detto questo se ha già più di 40 anni mammografia con tomosintesi ed ecografia si impongono annualmente unitamente alla visita senologica. E la RM con mdc delle mammelle fa già parte periodicamente del suo percorso in base alla familiarità. Laddove un familiare fosse vivente e se lo trovasse affetto dalla mutazione, solo in quel caso anche i collaterali sani faranno il test e laddove positivo si apre un programma di sorveglianza o profilassi specifico. 

Domande correlate

Mi devo preoccupare?

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Non potendo prendere visione delle immagini, non conoscendo la sua età ed altri fattori di rischio, e non sapendo se l’esame sia stato posto a confronto conimmagini di  indagini...

Vedi tutta la risposta

Seno

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

Non credo che abbia nulla a che vedere con l’aborto. il vaccino che certamente va fatto e fa bene, sta dando dei risentimenti in termini di linfonodi infiammati e di mammelle con qualche...

Vedi tutta la risposta

Possibile recidiva?

avatar Senologia - Adriana Bonifacino Dott.ssa Adriana Bonifacino

La terapia farmacologica protegge ma nel senso che abbatte in una buona percentuale la possibilità di recidiva. Ma questa purtroppo non è mai uguale a 0. Mi incuriosisce il come mai sia stato...

Vedi tutta la risposta

Scrivi la tua domanda agli Esperti ? clicca per informazioni sul servizio